Fa una “foto ricordo” al voto, ma viene tradito dal rumore dello scatto

L'episodio è accaduto durante le votazioni del 24 e 25 febbraio. Il rumore della fotocamera è stato fatale al 68enne di Carpino

Scatto foto

A Carpino, il presidente di un seggio, ha richiesto l’intervento dei carabinieri perché durante le votazioni, ha udito uno strano rumore proveniente dall’interno di una cabina elettorale, tipico di una fotocamera.

Per questo motivo un 68enne di Carpino è stato deferito in stato di libertà con l’accusa di avere scattato una foto alle schede elettorali dopo aver esercitato il diritto di voto. L’autore si è giustificato dicendo che voleva tenere le foto come ricordo. Un episodio analogo era avvenuto due anni fa a San Marco in Lamis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento