Elezioni comunali 2011 San Giovanni Rotondo

A San Giovanni Rotondo si spacca definitivamente il Partito Democratico

Ieri l'incontro decisivo per la probabile formazione del gruppo "Democratici" con a capo l'ex sindaco Gennaro Giuliani. Paolo Campo ha preferito Mangiacotti. Nel centrosinistra pronte le primarie.

Frattura definitiva nel Partito Democratico di San Giovanni Rotondo. E’ questa l’ipotesi più accreditata dopo l’incontro svoltosi nel pomeriggio di ieri, in un noto hotel del paese di Padre Pio, tra alcuni esponenti e simpatizzanti del partito.

La spunterà Salvatore Mangiacotti con il beneplacito del segretario provinciale Paolo Campo. Il resto del gruppo, con a capo l’ex primo cittadino Gennaro Giuliani (che non era presente all'incontro), quasi sicuramente formerà un movimento che si chiamerà “Democratici”, ma che alle prossime elezioni amministrative prenderà le distanze dal Partito Democratico, oramai vicino alla chiusura di una trattativa con l’Unione di Centro. Il nascente gruppo formerà la coalizione con Sel, Idv e Federazione della Sinistra. Il candidato sindaco sarà espressione delle primarie, alle quali potrebbero partecipare lo stesso Giuliani e il dipietrista Luigi Cascavilla.

In subbuglio il centrodestra. La questione della leadership (se la giocano Mischitelli e Cusenza) sta creando enorme imbarazzo a quella che fino a qualche ora fa era una coalizione certa, ma che invece si sta sgretolando. Intanto l’ex consigliere Michele Crisetti sembra volersi allontanare dall’Api di Gaetano Cusenza e voler attendere ulteriori sviluppi. Potrebbe ospitarlo la lista dell’Italia dei Valori oppure potrebbe lui stesso costituire una lista civica che si collocherebbe nel centrosinistra. Aperta anche l’ipotesi del Quadrifoglio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Giovanni Rotondo si spacca definitivamente il Partito Democratico

FoggiaToday è in caricamento