Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Elezioni Cerignola 2015 Cerignola

Vitullo e il patto con la città: tra "selfie di programma" e delibere dei primi 100 giorni

Otto le macroaree d'intervento tracciate dal candidato sindaco del centrodestra a Cerignola: trasparenza, tecnostruttura ed e-government; sicurezza; sviluppo; ambiente; lavori pubblici e urbanistica; terzo settore; disabilità; cultura

Il programma del centrodestra ofantino entra nelle case dei cerignolani. Il documento completo è on line. Domenica è stato distribuito il patto con la città in breve e in questi giorni circolerà anche l'opuscolo: oltre quaranta pagine di idee e progetti "a piccoli passi, a costo zero". Sui social network le proposte per la città saranno raccontate in pillole attraverso i "selfie del programma" e videomessaggi.

LE LINEE DI INTERVENTO ? Le macroaree del programma sono otto: trasparenza, tecnostruttura ed e-government; sicurezza; sviluppo; ambiente; lavori pubblici e urbanistica; terzo settore; disabilità; cultura. Il documento elaborato dal centrodestra è frutto di un lavoro partecipato: hanno contribuito professionisti, esperti, associazioni e tutte le forze della coalizione (Forza Italia, Ncd e Alleanza Nuova). Tra le priorità di intervento individuate: il rifacimento di 10 chilometri di strade entro il primo anno; la nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza di primo livello nell'ex tribunale; nuove rotatorie per snellire il traffico cittadino; il concorso per l'assunzione di nuovi vigili urbani per aumentare la dotazione organica; la riorganizzazione dei settori comunali e la contestuale rotazione delle posizioni apicali; la creazione di un'Azienda Consortile Sociale per dare nuova linfa al terzo settore e al mondo delle cooperative sociali; l'affidamento della gestione multiservizi della villa comunale con l'apertura del bar.

I PRIMI 100 GIORNI | "È un percorso che tracciamo conoscendo la strada che intendiamo intraprendere - afferma il candidato sindaco del centrodestra Paolo Vitullo - Offriamo alla città soluzioni praticabili, basate su risorse certe. Sappiamo quali strumenti finanziari e normativi adottare. Abbiamo vissuto anni difficili, caratterizzati da tagli alla spesa pubblica senza precedenti, inflitti direttamente ai Comuni, che hanno dovuto barcamenarsi per far quadrare i conti. Oggi non abbiamo debiti. È costato sacrifici, ma ora possiamo pianificare il futuro della città. Non abbiamo la bacchetta magica, ma la competenza, le idee e soprattutto l'entusiasmo. Programmare è la parola chiave". Il centrodestra presto pubblicherà anche le proposte di deliberazioni dei primi 100 giorni di amministrazione. "Sottoporremo ai cerignolani le delibere da approvare nei primi tre mesi - annuncia il candidato sindaco Paolo Vitullo - Non voli pindarici o rassegnate critiche distruttive. Atti, non parole. Azioni amministrative concrete e urgenti, perché non c'è un minuto da perdere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitullo e il patto con la città: tra "selfie di programma" e delibere dei primi 100 giorni

FoggiaToday è in caricamento