Salvini a San Severo, il Partito Democratico si prepara alla protesta: "Essere terroni per noi è motivo di vanto"

Dopo i 'Democratici & Socialisti', anche il PD di San Severo si prepara a manifestare domani contro il ministro Matteo Salvini, atteso nella città dei campanili

Dopo i 'Democratici & Socialisti', anche il PD di San Severo si prepara a manifestare domani contro il ministro Matteo Salvini, atteso nella città dei campanili. "Manifestare in forma pacifica è possibile, non è un ossimoro e in questo caso, più che mai, è un dovere morale al cui richiamo dobbiamo prestare orecchie, braccia, gambe e voce! - scrivono i dem- Ed è quello che faremo, tutti uniti, a prescindere dal colore politico. Abbiamo lottato per ottenere uno Stato democratico e continueremo a lottare affinché non venga nuovamente sovvertito. Le nostre armi non potranno mai essere violente perché il nostro è un messaggio di pace universale, di trasparenza, di legalità, di giustizia, di uguaglianza e di coesione. Per questo motivo daremo il benvenuto al Ministro Salvini a modo nostro, nella nostra amata terra che profuma di lavoro, di impegno e fatica. Le nostre mani nodose, le nostre fronti corrugate, la pelle arsa dal sole sono le cicatrici che portiamo con orgoglio perché rappresentano la nostra identità di lavoratori onesti.

Non siamo fannulloni, non siamo scansafatiche e soprattutto siamo qui oggi per ricordare non solo al Ministro Salvini, ma anche e soprattutto alla nostra comunità che noi non dimentichiamo!! Non dimentichiamo gli insulti ricevuti, le ingiurie e le accuse che ci sono state rivolte. Essere “terroni” per noi è motivo di vanto, non di scherno. La nostra “questione meridionale” va risolta una volta per tutte, non con mera propaganda o con frasi ad effetto, bensì con soluzioni concrete e tangibili atte ad unirci sempre più ad una realtà nazionale ed europea. Non isoliamoci, non arrendiamoci, perché non ci avranno mai come vorrebbero. Siamo meridionali, siamo italiani, siamo europei, siamo figlia di una terra che sa coniugare etica dello Stato, responsabilità verso le Istituzioni ma anche coraggio di generare una cultura e una politica in grado di guardare alle persone con sguardo di attenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento