rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Comunali San Severo 2014 San Severo

Comunali San Severo 2014: il programma elettorale di Leonardo Lallo

Il candidato di Centrodestra, illustra il suo programma. Sette i punti principali: Politiche sociali, sicurezza, qualità della vita, cultura, economia, sport e trasparenza amministrativa

Leonardo Lallo si presenta: il candidato Sindaco a San Severo per la coalizione di Centrodestra, che cercherà di confermarsi sul Primo Scranno di Palazzo Celestini dopo la consiliatura di Gianfranco Savino, illustra dettagliatamente il proprio programma elettorale. 

"Gli slogan non servono in campagna elettorale, se non a creare suggestioni - sono le sue parole - la nostra Città ha bisogno di ritrovare la serenità e i valori fondamentali che ci permetteranno di uscire dal declino". 

IL PROGRAMMA 

POLITICHE SOCIALI: LA PERSONA AL CENTRO 

L’azione politica dell’Amministrazione sarà incentrata sulla persona nelle sue diverse età come individuo e come componente della famiglia naturale, affinché il Cittadino sia parte attiva nelle decisioni, attraverso la partecipazione e la responsabilità.
L’ Amministrazione promuoverà “percorsi di civismo” in collaborazione con le scuole, poiché la Città appartiene a tutti e occorre formare la Cittadinanza al comune senso civico. Si incaricherà di facilitare l’accesso ai servizi sociosanitari mediante protocolli d’intesa con l’ASL. Inoltre, per consentire ai giovani di divenire promotori di processi di cambiamento, sarà strutturato uno sportello di assistenza alla progettualità, mettendo in rete risorse e capacità del Comune, di associazioni ed enti, pubblici e privati. In nome del progresso della persona, inoltre, si porrà particolare attenzione alla prevenzione e al contrasto di tutte le forme di dipendenza: alcol, droghe e gioco d’azzardo, dando piena attuazione alla L. Regionale n. 43 del 13/12/2013 sul “Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”. Primaria attenzione sarà data alle problematiche dei diversamente abili: l’Amministrazione si adopererà per eliminare qualsiasi ostacolo che generi isolamento e che impedisce alle persone con disabilità di diventare soggetti socialmente attivi. Si amplierà l’offerta di servizi culturali e ricreativi per i meno giovani, che saranno anche coinvolti in attività utili per la cittadinanza (ad esempio, i “nonni/vigili”). 
L’ Amministrazione, in collaborazione con i Tribunali (ordinario e per i minorenni), la Scuola gli Enti e le Associazioni, si farà promotrice di iniziative di prevenzione della violenza familiare e di sostegno alle donne e ai bambini vittime di essa predisponendo, servizi di ascolto, di “counseling genitoriale” e di coppia, percorsi di mediazione familiare, ecc.
L’Amministrazione attiverà anche servizi a favore delle figure particolarmente svantaggiate del mercato del lavoro, quali le donne, attraverso definizione di programmi di accompagnamento, di formazione e di informazione per favorire il possibile inserimento lavorativo nel rispetto dell’equità e del merito.

SICUREZZA

Particolare attenzione sarà dedicata al tema dell’ordine e sicurezza pubblica per contrastare la criminalità urbana e favorire il vivere civile. Saranno valorizzati e rafforzati il rispetto e le competenze del corpo di Polizia Locale anche con l’istituzionalizzazione degli “uffici mobili”; sarà incrementato, di concerto con la Prefettura, il circuito di videosorveglianza e, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, l’Amministrazione implementerà il corpo di Polizia Locale per far sì che l’ulteriore forza disponibile possa essere utilizzata per il controllo del territorio, d’intesa con le altre forze dell’ordine. L’Amministrazione favorirà l’istituzione di uno sportello anti racket e antiusura.

MIGLIORARE LA QUALITA' DELLA VITA 

Al fine di promuovere lo “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale” dei cittadini (secondo i dettami dell’OMS), l’Amministrazione promuoverà un’a zione di monitoraggio del territorio comunale, al fine di individuare ed eliminare o attenuare i fattori che agiscono negativamente sulla salute collettiva; darà impulso all’adesione della città di San Severo alla rete delle “Slow City”, che si impegnano a migliorare il benessere dei cittadini di tutte le fasce di età. Nell’ ottica del miglioramento della qualità della vita, particolare attenzione sarà riservata alle tematiche ambientali. A tal proposito l’Amministrazione comunale orienterà le proprie politiche innanzitutto ad iniziative di protezione dell’ambiente in collaborazione con scuole, Associazioni di volontariato sociale e della Protezione civile. Per ciò che riguarda i rifiuti, si intensificheranno ulteriormente le politiche di riduzione del volume degli stessi, nonché del loro riutilizzo, anche attraverso il ricorso ai già citati “percorsi di civismo”, al fine di dare applicazione concreta al concetto “chi produce meno rifiuti, paga di meno”.
Saranno promosse campagne per sensibilizzare i Cittadini al rispetto dell’igiene e del decoro urbano e, di concerto con Polizia Locale e Associazioni che si occupano di ambiente, saranno attuati strumenti per prevenire e sanzionare comportamenti tesi a imbrattare e deturpare il territorio.
Sarà promossa la riqualificazione della storica Villa Comunale e la valorizzazione delle altre aree verdi presenti in Città, e si
realizzerà il parco Baden Powell, che costituirà un importante polmone verde e un nuovo luogo di ritrovo dei Sanseveresi. Si attueranno politiche di riduzione del consumo di territorio agricolo, incentivando il recupero del patrimonio immobiliare nelle aree già urbanizzate e destinando contributi urbanistici agli interventi di restauro, recupero e valorizzazione dell’edilizia nel centro storico.
Per l’ulteriore rivitalizzazione di quest’area, si procederà all’individuazione di un sito ove realizzare un parcheggio per liberarla dal traffico. Per favorire il contenimento dei consumi si attuerà la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico.

CULTURA

La crescita del Cittadino e del corpo sociale passa attraverso la promozione della cultura, utile a creare un’identità forte della nostra Città, attraverso la valorizzazione delle eccellenze, dei siti culturali e dei tracciati storici. Per questo motivo si darà avvio al progetto “Distretto culturale di San Severo”, per far sì che il patrimonio culturale/intellettuale della Città diventi occasione di sviluppo, faccia crescere la consapevolezza dell’importanza delle risorse locali, promuova nuovi percorsi creativi, crei opportunità di occupazione in campo culturale.
Obiettivo del “Distretto culturale” è valorizzare ulteriormente le risorse esistenti (Museo, Biblioteca e Teatro) ovvero i luoghi, ma soprattutto le attività, legate alla cultura e alla creatività, mettendole in rete con l’intento di creare economie esterne (di scala, tecniche, di specializzazione) e di insistere sulla diffusione del know how e dei saperi, il tutto intercettando anche i fondi Europei 2014/2020. Si favorirà, così, la collaborazione fra le realtà cittadine che si occupano di arte e spettacolo, al fine di dare impulso alla costituzione dell’Opera stabile del Teatro “G. Verdi”.

ECONOMIA

Per favorire il rilancio dell’economia locale ed assicurare l’equità nei confronti dei cittadini, un’attenzione particolare l’Amministrazione rivolgerà alla revisione attenta della tassazione locale. L’ Amministrazione supporterà adeguatamente le imprese esistenti sul territorio e favorirà la nascita di nuove nell’ambito delle proprie competenze specifiche, anche adeguando i propri tempi di decisione alle mutate esigenze della competitività; porrà mano alla riqualificazione del PIP mediante l’implementazione di servizi essenziali atti a riqualificare l’area e favorirne la piena integrazione con il centro abitato.
L’Amministrazione assicurerà il proprio supporto alle imprese per la costituzione e gestione di consorzi e reti. Di concerto con le altre Istituzione pubbliche e private del territorio, recettrici di risorse di finanza agevolata e negoziata, sarà promossa l’immagine dei prodotti con tipicità geografica sui mercati nazionali ed esteri. A tal proposito sarà creato un “marchio” comunale e si investirà nella sua diffusione. Tale brand, regolato da un disciplinare, potrà essere utilizzato per individuare le produzioni del territorio (olio, vino, mobili), caratterizzando anche il “Distretto Culturale di San Severo”.
Lo stesso marchio, di concerto con tutte le altre Istituzioni pubbliche e associazioni di categoria, sarà utilizzato per promuovere eventi di grande richiamo, legati alla Città di San Severo, al fine di dare visibilità locale, nazionale ed anche internazionale (in prospettiva Expo 2015) alle nostre aziende e per stimolare il turismo. All’uopo si farà ricorso a risorse rivenienti dal GAL “Daunia Rurale” e dalle altre possibilità di finanziamento attraverso Istituzioni pubbliche e private. L’ Amministrazione si renderà, inoltre, promotrice di reti e sinergie con le Città turistiche del Gargano e del Sub Appennino, e riserverà una particolarissima attenzione alla valorizzazione del centro storico anche attraverso opportune azioni di affiancamento alle attività produttive, modificando pure, se necessario, i Regolamenti comunali vigenti. Inoltre, si stimolerà il sistema scolastico e della formazione professionale al fine di preparare quei profili richiesti dal mercato locale del lavoro. Per innescare processi di crescita, e creare opportunità di lavoro in loco, per quanto di propria competenza l’Amministrazione creerà le condizioni più favorevoli per ricercare e attrarre imprenditori disposti a investire e favorire l’insediamento di imprese, anche esterne, nel nostro territorio.

SPORT

L’ articolo 31 della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia sancisce che: “Gli Stati riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale e artistica”. Oggi i bambini e i ragazzi della nostra Città hanno a disposizione pochissimi spazi. Il nostro obiettivo è valorizzare le aree pubbliche (es. campo di Via Guido Rossa, campo di Via San Rocco, le strutture delle scuole medie ed elementari), e metterle a disposizione di bambini e adolescenti, perché diventino luoghi di gioco, di incontro e di relazione.
Attori di questa azione potranno essere senza alcun dubbio le associazioni sportive e gli oratori parrocchiali che costituiscono il necessario raccordo fra le Istituzioni e il territorio. L’ Amministrazione si farà carico del monitoraggio, della valorizzazione e dell’eventuale recupero degli impianti sportivi esistenti, promuovendo iniziative tali da rendere questi spazi quanto più fruibili ai Cittadini, con criteri chiari e univoci di affidamento, mediante l’elaborazione di uno specifico Regolamento di gestione.
In ossequio alle regole della trasparenza, l’Amministrazione promuoverà la creazione di un Albo delle Associazioni sportive presenti sul territorio. All’interno del bilancio comunale sarà prevista la creazione di un capitolo di spesa per favorire l’avvicinamento allo sport di disabili e Cittadini meno abbienti, finanziato dai canoni di affitto degli impianti sportivi recuperati. Si darà la massima attenzione non solo agli sport più praticati ma anche alle discipline sportive meno note - ospitando manifestazioni pubbliche di livello nazionale tali da valorizzare le eccellenze dello sport sanseverese - per favorire ed incentivare il cosiddetto turismo sportivo e dare visibilità alla città.

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA 

Quello della trasparenza amministrativa è un capitolo cui la coalizione che sostiene il candidato Leonardo Lallo tiene particolarmente. Sarà data piena attuazione al Decreto L.vo n. 83 del 14 marzo 2013 sulla trasparenza amministrativa, assicurando la pubblicità dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione. Si porranno in essere azioni tese a prevenire fenomeni corruttivi, a promuovere l’integrità del personale - amministrativo e non - e a sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance di governo della cosa pubblica per consentirne il miglioramento.
In tale ottica si darà piena adesione alla Stazione Unica Appaltante per la Provincia di Foggia, processo di controllo affidato alla Prefettura e finalizzato al contrasto di infiltrazioni di qualsiasi natura negli appalti pubblici e, più in generale, a tutte quelle forme di illegalità che potrebbero annidarsi nelle pieghe dell’assegnazione di lavori, beni e servizi. Sarà inoltre istituito, secondo la metodologia Common Assessment Framework, un sistema per monitorare e migliorare la macchina amministrativa utilizzato da migliaia di Amministrazioni nel mondo.
Attraverso tale strumento si monitorerà l’andamento dei servizi, soprattutto al fine di rilevare criticità nell’erogazione degli stessi, che saranno oggetto di specifici interventi per il loro miglioramento. Al termine del monitoraggio attraverso il Common Assessment Framework, sarà proposta una Carta dei servizi che indicherà gli obiettivi di trasparenza che devono permeare l’agire dell’Amministrazione comunale, fornendo alla cittadinanza informazioni chiare sull’organizzazione e sulle modalità con cui è possibile fruire dei servizi erogati dal Comune.
La futura Amministrazione comunale ha intenzione di dotarsi di un fondamentale strumento di trasparenza: il bilancio sociale e partecipato. Su di esso avvierà un processo di informazione e formazione della Cittadinanza, per favorirne il coinvolgimento diretto nelle scelte della vita amministrativa.
La trasparenza passerà anche attraverso i comportamenti dei singoli Consiglieri, degli Assessori e del Sindaco. A tal fine, si darà piena dignità al Consiglio e alle Commissioni consiliari, luoghi di comportamento responsabile, che devono rappresentare degli esempi per la Cittadinanza. All’ atto dell’insediamento, i Consiglieri e i membri della Giunta comunale dovranno impegnarsi per iscritto a evitare qualsiasi forma di interesse privato, in particolare di tipo nepotistico, come peraltro già previsto dalle Leggi vigenti. Per perseguire in pieno l’obiettivo della trasparenza amministrativa, si procederà, ove necessario, alla modifica dello Statuto e dei Regolamenti comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali San Severo 2014: il programma elettorale di Leonardo Lallo

FoggiaToday è in caricamento