menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cala la tari del 20% e investimenti sui rifiuti, Monteleone rivendica il risultato: "Aumentata anche la differenziata"

Sono i dati enunciati dal primo cittadino di Torremaggiore fino allo scorso dicembre e oggi candidato Sindaco alle elezioni di maggio, sostenuto dall’Udc, da Agire per Torremaggiore e da L’altra Italia

Il Comune di Torremaggiore, attualmente retto dal commissario prefettizio, ha approvato nelle scorse settimane il piano finanziario relativo alla gestione dei rifiuti urbani e, conseguentemente, con delibera n°49 del 26/03/2019, le relative tariffe per la Tari 2019. Il calcolo delle tariffe che saranno chiamati a pagare nel corso di quest'anno i cittadini e le imprese torremaggioresi, fanno riferimento ai dati del 2018. “Ottime notizie mi sento di preannunciare ai miei concittadini perché, dalla lettura dei dati ufficiali, è prevista una nuova riduzione della Tari fino al 20% di media per le utenze non domestiche (bar, capannoni, negozi, ecc) e si avrà leggera riduzione anche per quelle domestiche 1/2%”, afferma Pasquale Monteleone, primo cittadino del Comune dell’Alto Tavoliere fino allo scorso dicembre e candidato Sindaco alle elezioni del prossimo 26 maggio, sostenuto dall’Udc, da Agire per Torremaggiore e da L’altra Italia.

“Questo importante abbassamento della tassa sui rifiuti va ad aggiungersi a quello applicato lo scorso anno, sempre dalla mia Amministrazione, dove ci fu una riduzione fino al 20% per utenze non domestiche e fino al 9% per quelle domestiche. Una grande ulteriore boccata di ossigeno per imprese e famiglie della nostra città a conferma che in poco più di 2 anni abbiamo rivoluzionato la gestione dei rifiuti – commenta Monteleone che prosegue - Siamo potuti giungere a questo storico risultato per i cittadini in poco tempo se consideriamo che al nostro insediamento la percentuale di differenziata era ferma al palo, intorno al 16%, e nel 2018 abbiamo chiuso quasi al 57% Queste riduzioni si inseriscono nel più complesso quadro di gestione del comparto ambientale che ha visto anche assegnare il nuovo appalto della raccolta e smaltimento dei rifiuti avvenuto nei giorni a cavallo della caduta dell’Amministrazione da me guidata. Appalto che prevede maggiori risorse per la gestione del servizio e nuovi investimenti su personale, spazzamento, un disciplinare più puntuale ed attento di quello che trovammo e che, unito alla realizzazione di una vera isola ecologica finanziata dalla Regione lo scorso anno, dovrà necessariamente migliorare la qualità del servizio”, conclude Lino Monteleone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento