Tagli al trasporto pubblico foggiano, il candidato Filograsso scuote la politica: "Risultato sarebbe catastrofico"

Il candidato della Lista Pertosa interviene sulla preoccupante vertenza che interessa il trasporto pubblico foggiano e di Capitanata. All'orizzonte tagli pesanti ai servizi. Chiesto tavolo di lavoro

“Concentrati solo sulla prossima scadenza elettorale, molti politici foggiani pensano solo ad attaccarsi a vicenda sulla deplorevole spartizione di poltrone che ha interessato soprattutto il cda dell’Ataf SpA. Invece, ben più seria ed importante è la successiva scadenza di giugno, allorquando la Regione Puglia dovrebbe varare la “razionalizzazione” del Piano di bacino del Trasporto Pubblico Locale - servizi minimi”. Il candidato della Lista Pertosa, Fabio Filograsso, interviene sulla preoccupante vertenza che interessa il trasporto pubblico foggiano e di Capitanata.

“Questo piano – scrive l’avvocato-, se da un lato prevede l’aumento del contributo per km (portandolo fino ad € 3,11), dall’altro dovrebbe determinare un pesante taglio chilometrico proposto di circa 1.811.000 km/bus in meno per l’Ato di Foggia (di cui circa 600.000 km/bus per il solo comune capoluogo). Come già avvenuto in altri settori, con questa presunta razionalizzazione verrebbe ridotto il numero di km per autobus nella nostra provincia a tutto vantaggio di altre aree (come nei territori del barese e del leccese) in cui, invece, i km assegnati aumenterebbero in modo sensibile”.

Il risultato sarebbe catastrofico per l’intera Capitanata e ancor di più per il capoluogo. A Foggia saremmo costretti a fruire di un minor numero di corse e di tratte, non potremmo pensare ad un riammodernamento (seppur parziale) del parco mezzi e potremmo assistere ad un consistente taglio del personale (per lo meno trenta dipendenti). Le aree periferiche e quelle rurali rischierebbero di rimaner tagliate fuori dalla vita cittadina e si svilirebbe qualunque iniziativa volta a disincentivare l’uso delle auto”.

“Purtroppo – aggiunge il candidato (l’unico, fino a questo momento, ad intervenire sulla vicenda)-, non solo in questa fase di campagna elettorale, la politica foggiana si è dimostrata sorda alle istanze provenienti dalle categorie del settore e ha sollevato polveroni su questioni in questo momento secondarie. Occorre, invece, lavorare con compattezza affinché si scongiuri il pericolo dell’ennesimo scippo perpetrato a danno dei cittadini e dei lavoratori foggiani. È auspicabile che, prima che sia troppo tardi, sia istituito un tavolo di lavoro per portare all’attenzione della Regione il coro unanime di dissenso avverso questa manovra. Solo così – conclude- si potrà evitare che trenta famiglie rimangano senza stipendio e migliaia di persone rimangano a piedi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento