Fuoco amico su Quarato e i portavoce cinquestelle: spunta l'appello dei 'veri attivisti' contro lista e candidato sindaco

Quando mancano pochi giorni al voto del 26 maggio, ecco spuntare un documento in cui si impallinano candidato sindaco Quarato e portavoce. "Votiamo chi ha posto le basi del vero cambiamento"

Quarato

Il volto tafazziano del Movimento 5 Stelle pare essere sempre in agguato. E ha colpito anche stavolta, come cinque anni fa. Nelle settimane scorse furono i cenni di contestazione  a mezzo social delle storiche Maria Cassitti e Carmela Signoriello. Poi i numerosi post dell'attivista Rocco Scarnecchia, escluso dalla lista dei candidati cinquestelle,in cui lo stesso chiedeva conto proprio di questo. Ma il fuoco che cova sotto la cenere è evidentemente difficilmente contenibile ormai. Ed infatti, quando mancano pochi giorni al voto del 26 maggio, ecco spuntare un documento (non si capisce da chi sottoscritto in verità) inviato ai probi viri e diffuso sui social con cui si impallinano candidato sindaco Quarato e portavoce, e, non bastasse, stamani un "Appello dei cittadini attivi che si riconoscono nel Movimento 5 stelle", inviato da un altro storico, Nunzio Lops, e condiviso, a quanto è dato apprendere, da una ventina di persone. 

Così recita l'appello: "Il Movimento 5 Stelle si è sempre distinto per alcuni semplici valori che lo hanno portato ad essere al governo di questo paese. Questi valori hanno coinvolto milioni di cittadini facendoli sperare in un nuovo modo di fare politica e di gestire la cosa pubblica. Valori come l’onestà, la trasparenza, la lealtà, la correttezza e la democrazia partecipata stanno cambiato il nostro paese. La lista presentata dal candidato Sindaco Giovanni Quarato alla cittadinanza foggiana non è il frutto di decisioni partecipate con l'ausilio di tutta la base, così come da sempre accaduto nel Movimento 5 Stelle. Si tratta di una lista formata, quasi interamente, da cittadini estranei al Movimento ( primo fra tutti il candidato sindaco), e alle sue dinamiche che non si sono mai spesi per il territorio e che oggi si trovano a rappresentare il Movimento 5 Stelle ignorandone i valori fondamentali. A nulla sono serviti i numerosi appelli rivolti a Giovanni Quarato e ai portavoce foggiani affinché si prendesse coscienza di quanto è stato prodotto, per porvi rimedio. Il risultato di quanto fatto ha portato un inesorabile allontanamento dei veri attivisti e una campagna elettorale tanto infruttifera quanto scadente. A nulla servono le parole denigratorie nei confronti di attivisti storici proferite dal candidato sindaco per risollevarlo da scelte e decisioni completamente errate. Per tutti i motivi esposti, noi attivisti ci impegniamo, il 26 maggio prossimo, a sostenere, solo ed esclusivamente, i candidati che si sono distinti per porre le basi per un vero cambiamento nel Movimento foggiano".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Grave attentato nel Foggiano: aperti bocchettoni dei silos di un'azienda, migliaia di litri di vino dispersi nelle campagne

Torna su
FoggiaToday è in caricamento