Trenitalia bypassa Foggia, Landella replica a Cavaliere: "Hai l'ossessione per me, sorridi ogni tanto"

Il sindaco uscente e candidato sindaco del centrodestra, Franco Landella, sulla decisione di Trenitalia in replica alle dichiarazioni del candidato del centrosinistra, Pippo Cavaliere

“Il candidato sindaco del centrosinistra - quello di Orazio Ciliberti e Gianni Mongelli, per intenderci - sostiene che l’assenza di una fermata a Foggia nei nuovi collegamenti ferroviari sul Frecciargento Bari-Roma sia in definitiva una responsabilità dell’Amministrazione comunale. ‘Proprio l'assenza di tale infrastruttura (la seconda fermata ferroviaria) ha determinato il salto di Foggia’, scrive Pippo Cavaliere, ignorando che i Frecciargento continuano a fermarsi a Foggia anche senza la seconda fermata. Con tutto il rispetto per il mio avversario, dunque, direi che siamo alla fiera dell’assurdo. O se vogliamo all’ossessione quasi patologica". Così il sindaco uscente e candidato sindaco del centrodestra Franco Landella in replica alle dichiarazioni di Cavaliere.


"La decisione compiuta da Trenitalia si basa su una valutazione di mercato, cioè sull’esistenza di un bacino di utenza che giustifichi la fermata intermedia. Ora, questa decisione è sicuramente discutibile. Ed io intendo discutere con i vertici di Trenitalia, come ho già fatto in passato, anche se Cavaliere evidentemente era distratto, per capire quanto i numeri sostengano la validità di questa scelta. Ma è del tutto evidente che non c’entra nulla con la questione infrastrutturale di cui egli parla a sproposito. Peraltro ricordo al candidato della coalizione di Orazio Ciliberti e Gianni Mongelli che il disegno di tagliare fuori Foggia dalle fermate intermedie è stato pensato e proposto dal sindaco di Bari del Partito Democratico, Antonio Decaro, ed avallato dalla Regione Puglia guidata da Michele Emiliano.


Il nostro territorio nel trasporto su ferro ha senza dubbio un problema infrastrutturale, che è la conseguenza dello sciagurato accordo sul ‘baffo’ firmato dalla Regione Puglia governata dal centrosinistra e Nichi Vendola e dall’Amministrazione comunale guidata da Gianni Mongelli. Un accordo che bypassava Foggia senza neppure prevedere la realizzazione della seconda fermata, che io ho preteso ed ottenuto per rimediare a quell’errore gravissimo, recuperando con certezza un finanziamento ingente ed importante, confermato e presentato a Foggia dal responsabile della Direzione Investimenti per il Sud di RFI, Roberto Pagone, e dall’ingegner Ciro Napoli, dirigente di RFI e responsabile del progetto. È chiaro che i lavori per la sua realizzazione non sono ancora partiti, perché com’è noto non competono al Comune e non possono essere effettuati in un paio di settimane, cosa che Cavaliere fa finta di non sapere.


Il candidato sindaco espressione della brillante ed autorevole coalizione politica che ha prodotto il fallimento dell’azienda Amica e che ha determinato il predissesto finanziario si rilassi. Faccia un bel respiro e la smetta di fare la faccia feroce contro l’Amministrazione comunale per qualunque cosa accada. Un po’ più di serietà non guasterebbe. E, se ci riesce, anche un sorriso ogni tanto non farebbe male”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento