Comunali Foggia 2014

Foggia si prepara al secondo round: Landella vs Marasco, exploit di Miranda

Il PD vince la sfida dei partiti, Miranda quella delle civiche. Non ce la fa Lucia Lambresa. In Consiglio comunale entrano i cinquestelle, che però non sfondano. Bene Di Gioia, ma non basta

IL BALLOTTAGGIO. Foggia si prepara al secondo round. Sarà ballottaggio Landella-Marasco. Lo hanno deciso le urne, che ieri, già dai primi scrutini, hanno reso chiara la necessità di un tempo supplementare per decretare il successore di Gianni Mongelli alla guida di Palazzo di Città, affidando il compito ai due blocchi tradizionali della politica cittadina, centrodestra contro l’uscente centrosinistra. Le due armate di sempre hanno praticamente travolto le proposte civiche pur scese in campo per sparigliare i giochi. 32.41% preferenze per Franco Landella (27.075 i voti incassati), 29.89% per Augusto Marasco (24.974 consensi): i leader delle coalizioni di centrodestra e centrosinistra staccano tutti gli altri candidati e sfoderano i guantoni per l’8 giugno. 

DI GIOIA TERZO, EXPLOIT MIRANDA, NON SFONDA GRILLO. Si piazza solo terzo, infatti, nonostante la macchina civica “da guerra” messa in campo, l’assessore regionale al Bilancio Leonardo Di Gioia che si ferma al 18.54% (15.493 preferenze), staccatissimo rispetto al secondo piazzamento (9481 voti in meno rispetto ad Augusto Marasco) e superato di misura dall’ex collega di partito, Franco Landella, che incassa 11.682 preferenze in più ed un successo politico personale sull’assessore regionale.

Al quarto posto si piazza invece il “fenomeno” Luigi Miranda che ottiene un risultato di tutto rispetto per una proposta civica che scendeva in campo in solitaria: 7.65%, 6391 preferenze per il giovane avvocato, che ha buon gioco a considerarsi, a pari di Di Gioia, ago della bilancia per il secondo round. Arrivano solo quinti invece i grillini di Vincenzo Rizzi: dopo una corsa tormentata e sconfessata ad un certo punto dallo stesso Beppe Grillo: calamitano 5.925 preferenze (il 7.09% dei voti validi), numeri ottimi per una civica, meno per un movimento che gode del marchio 5 stelle e che solo qualche ora prima aveva registrato cifre record nel voto per le europee (27.93%), tenendo benissimo rispetto alla regressione grillina a livello nazionale.

RISULTATI PREFERENZE CANDIDATI CONSIGLIERI

RISULTATI LISTE E CANDIDATI SINDACO

ELEZIONI 25 MAGGIO 2014: LA CRONACA

Tonfo rispetto al 2009 per Lucia Lambresa: per la pasionaria solo 1482 voti, l’1.77%, un dato che preclude lo stesso ingresso in consiglio comunale. Archiviati i tempi “d’oro” anche per i vendoliani che, guidati da Gianfranco Piemontese, hanno racimolato 1234 voti, l’1.47% delle preferenze (ma d’altronde che la lista fosse di “testimonianza” era notorio, riconosciuto dagli stessi promotori quando, sconfessato il risultato delle primarie del centrosinistra, scelsero di correre da soli). Sotto l’1% Domenico Fiano con la sua Onda del Popolo (776 voti, 0.97%), 180 preferenze (0.18%) per Giuseppe Martorana ed il Nuovo Ordine Nazionale.

LE LISTE. E’ questa la fotografia che vien fuori dalle urne di ieri. Sbaragliate le proposte alternative, i due blocchi tradizionali si confermano ancora una volta testa d’ariete nella competizione elettorale, incalzandosi vicendevolmente nella corsa al Palazzo. Appena 2mila voti infatti dividono Landella da Marasco. La stessa differenza, all’incirca, che divide la civica del primo, Destinazione Comune (4946 voti), dalla lista del secondo, il Pane e Le Rose (3083 preferenze).

A fare la parte del leone, tuttavia, sono il Partito Democratico con 11.385 voti (13.96%), Forza Italia, 9910 voti (il 12.15%). Segue il Nuovo Centrodestra con 7118 preferenze, (l’8.73%). Tra le liste che registrano il miglior piazzamento, quella omonima di Di Gioia che calamita 6369 preferenze, il 7.61%, risultando la prima della coalizione, seguita dal robusto lavoro fatto dalla lista Miranda (6.60%), quindi i 5 stelle con 6.3%. Ottimo il lavoro anche di Socialismo Dauno che porta alla lista di Lavoro e Libertà quasi 5mila voti (6.09%).Quindi, per la coalizione di Marasco, l’Udc (4144 voti, il 5%) ed il partito socialista che incassa 3832 preferenze (4.75%).

CONSIGLIO COMUNALE: TRA RICONFERME E VOLTI NUOVI

LANDELLA: "MIRANDA VALORE AGGIUNTO"

MIRANDA: "SIAMO NOI VERI VINCITORI"

LEO DI GIOIA: "CI CONFRONTEREMO CON ENTRAMBI"

MARASCO: "RAPPRESENTERO' IL CENTROSINISTRA"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia si prepara al secondo round: Landella vs Marasco, exploit di Miranda

FoggiaToday è in caricamento