NCD, il caso Mari piomba in conferenza: volano parole grosse, si sfiora la rissa

Chiamata a replicare al discorso di Franco Di Giuseppe - che poco prima aveva speso parole per incensare la performance "unitaria" del partito - Ilaria Mari e gli Innovatori rispondono e si accendono gli animi

La conferenza stampa

Rissa sfiorata in casa Nuovo Centrodestra questa mattina. Il caso del mancato assessore e vicesindaco Ilaria Mari entra a bomba nella conferenza stampa convocata dagli ex Udcap Franco Di Giuseppe e Giannicola de Leonardis per tentare di gettare acqua sul fuoco della polemiche scoppiate negli ultimi giorni attorno alla vicenda e concentrare l'attenzione sul risultato politico del partito presente con ben tre assessori nella giunta Landella. Ma la prova riesce sino ad un certo punto.

Gli animi ribollono sottotraccia e basta una domanda dei cronisti a far saltare il tappo e scatenare un tutti contro tutti che ha costretto i seduti al tavolo ad abbandonare la scena. Solo qualche minuto prima Di Giuseppe aveva speso tutte le sue parole per incensare la perfomance "unitaria" del partito e fornire la sua versione dei fatti sul caso Mari: "c'era un accordo politico con l'onorevole Leone sul consigliere uscente Ciccio D'Emilio che tre mesi fa generosamente fece un passo indietro sulla candidatura di Landella. Quel patto politico abbiamo inteso rispettarlo".

E ancora, "siamo un partito inclusivo, ogni scelta è stata condivisa per dare il giusto riconoscimento agli eletti ed ai non eletti" dichiarava solo qualche minuto prima di Giuseppe mentre De Leonardis replicava alle accuse della Presidente della Commissione Pari Opportunità, Rosa Cicolella: "siamo gli unici ad avere due donne in giunta, non accettiamo lezioni da lei che farebbe bene a rispettare il suo ruolo istituzionale invece di fare politica".

Partito compatto e coeso, dunque, che si è speso anche per sedare le conflittualità interne tra il sindaco ed il suo partito, Forza Italia. "Questo è il governo della gente di Foggia, della gente umile di Foggia. Bando alle polemiche, torniamo a parlare di programmi e di futuro. Al nostro interno ci saranno i confronti necessari".

NCD, IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Il confronto/scontro, invece, si consuma proprio lì, di lì a qualche minuto, davanti agli occhi attoniti della stampa. La versione di Di Giuseppe non convince Ilaria Mari, seduta al tavolo degli assessori. Il nervosismo inizia ad essere tangibile. Di Giuseppe tenta di reprimere, sterzare, liquidare per rimandare a più idonei luoghi di discussione la vicenda e scatenando le ire di Mario Lanza, collaboratore di De Leonardis, che gli urla di non aggredire l'avvocatessa: "falla parlare, falla parlare". Lo portano via. Gli animi si accendono.

Gli "Innovatori" si schierano a favore di Mari. Cominciano a volare parole grosse. I protagonisti al tavolo chiudono d'imperio la conferenza alzandosi ed andando via. I neoassessori seguono Di Giuseppe nella stanza, che viene richiusa alle loro spalle. 

Il resto è ben raccontato nelle immagini del video. Gli innovatori si allontanano. Grande l'amarezza di D'Emilio che alla telecamere dei cronisti sfoga tutto il suo biasimo per il comportamento degli "Innovatori": "Ho rinunciato a fare il sindaco per favorire Landella in virtù d un accordo che mi dava vicesindaco. Sono serenissimo. Non credo che una persona abbia il diritto di offendere così una intera categoria ed un gruppo di lavoro con esternazioni anche violente che non si confanno ad una conferenza stampa". "Abbiamo reagito solo perché loro si sono alzati e sono andati via, interrompendo i lavori per evitare di rispondere a domande scomode. Siamo sereni anche noi e rispettosi. Interesseremo di tutto questo i vertici del partito".

Non ha fatto in tempo a nascere il Nuovo Centrodestra, insomma, che già mostra tutta la sua debolezza e conflittualità interna. Un dato politico che fa il paio con le spaccature interne di Forza Italia e che porta tutta in salita la strada del primo governo Landella.   

DI MAURO: "PERCHE' D'EMILIO VICE E NON MARI?"

ILARIA MARI: "QUI NON SI VUOLE INNOVARE UN BEL NIENTE"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CICCIO IL VINCENTE: E' LUI VICESINDACO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento