Dal cuore del centro storico alle periferie abbandonate: ecco il programma di Di Fonso

L'interesse del candidato consigliere UDC con Augusto Marasco sindaco, si concentra sulle difficoltà dei commercianti di via Arpi e sulle problematiche patite dai residenti della periferia cittadina

Massimiliano Di Fonso

“Restituire vigore al commercio di Via Arpi”. E’ questa la priorità di Massimiliano Di Fonso, candidato consigliere con la lista Unione di Centro alle prossime Comunali con Augusto Marasco sindaco. La proposta per risolvere l’annosa questione per i commercianti è l’introduzione di un piano che rilanci e valorizzi gli esercizi che si affacciano su una delle arterie principali della città.

“L’avvento della zona a traffico limitato e i numerosissimi stalli per la sosta a pagamento hanno di fatto disincentivato gli acquisti nel centro storico con inevitabili ricadute sugli affari degli esercenti – spiega Di Fonso -, che lamentano a più voci un calo dei profitti pari al 50%. D’altra parte, l’affanno economico vissuto dai commercianti di Via Arpi trova la sua più lampante evidenza nel tracollo dello storico negozio di alimentari dei fratelli Giuva, ormai prossimo alla chiusura”.

L’attività non ha tratto benefici neanche dall’apertura domenicale, cosa su cui tra l’altro influisce negativamente il divieto di accesso all’arteria cittadina per tutta la giornata, così come per i festivi. E anche quando la zona a traffico limitato non è attiva le cose non vanno meglio, vista l’estrema difficoltà nel lasciare l’auto in sosta a causa delle strisce blu che impongono il pagamento della tariffa oraria. Risultato: i cittadini tendono a considerare Via Arpi un’area di passaggio, preferendo per i propri acquisti i centri commerciali della periferia perché dotati di area parking gratuita e non soggetti al divieto di transito in alcune ore della giornata.

“I vincoli della sosta a pagamento e della ztl – conclude Di Fonso - rischiano di mettere in ginocchio negozi e attività della zona, pertanto qualsiasi progetto di riqualificazione del centro storico, che si tratti di pedonalizzazione o sconti sul parcheggio per chi fa acquisti in zona, deve essere vagliato con tutti gli attori interessati, con le associazioni di categoria e con i sindacati e i movimenti dei consumatori”.

Ma non è solo il centro storico al centro dell’interesse del candidato consigliere Di Fonso. Il suo impegno tocca anche il cuore delle periferie, i luoghi sinora ai “margini” della città. Per questo, martedì 13 maggio, il suo tour elettorale passerà per il quartiere “La Spelonca” con il candidato sindaco Augusto Marasco. “La città deve ripartire da qui – spiega -, da ciò che è sempre stato considerato marginale”.

“L’abbandono delle periferie è la prima colpa degli amministratori troppo spesso persi nelle logiche di potere e lontani dal popolo. Non vogliamo dare solo un segnale in campagna elettorale – continua Di Fonso – ma punteremo con decisione a fornire risposte concrete a chi ha ricevuto solo promesse disattese sui tempi più importanti: dalla carenza di lavoro, all’emergenza sicurezza”.

Per questo, una delle prime richieste sarà quella di creare un vero e proprio “pacchetto”, mobilitando i vigili urbani verso le aree della città considerate più a rischio. “Siamo consapevoli delle difficoltà dei cittadini che vivono quotidianamente alcune realtà di Foggia – conclude Di Fonso -, zone in cui la microcriminalità rappresenta ormai una costante. La politica deve prendersi carico di questo, e deve proporre soluzioni concrete per migliorare la qualità della vita e la tranquillità dei cittadini, che hanno il sacrosanto diritto di vivere in una città migliore”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento