Comunali Foggia 2014

La ‘Destinazione comune’ di Landella: “Non sarà più fuggi, ma resto a Foggia”

All'Altrocinema Cicolella presentazione in grande stile della lista a sostegno del candidato sindaco del centrodestra, Franco Landella: "Ballottaggio è ricatto per la città, vinceremo al primo turno"

Probabilmente poco meno di un anno fa, quando Landella sosteneva di meritarsi la palma di leader del centrodestra, in quanto "portatore di consensi", non aveva tutti i torti. La conferma, ulteriore, è arrivata ieri, nella sala gremita dell’Altrocinema Cicolella, dove il forzista foggiano ha presentato i 32 candidati consigliere della lista ‘Destinazione Comune’.

Un appuntamento in grande stile, che sotto gli aspetti della partecipazione e del senso di appartenenza, ha rievocato momenti elettorali appartenuti ad un’altra epoca. Landella c’è e non si nasconde quando ribadisce, come già accaduto nel corso dell’annuncio ufficiale della sua candidatura, la volontà e il desiderio di vincere al primo turno. “Il ballottaggio è un ricatto per la città, la nostra sarà una politica forte e decisa, perché noi vogliamo vincere al primo turno”.

Rivendica l’unità nel centrodestra, “cercata e trovata”, e agli elettori al seguito promette un futuro più roseo: “Dieci anni fa abbiamo lasciato una città prosperosa, oggi la faremo tornare a vivere”. Tanti i temi affrontati davanti a una platea in visibilio, che si è lasciata trasportare dalla carica emotiva trasmessa dal candidato sindaco del centrodestra: “Ripenso al fallimento di Amica, ai teatri chiusi, agli impianti sportivi abbandonati, alle ex municipalizzate piene di debiti”.

PRESENTAZIONE E NOMI DEI 32 CANDIDATI CONSIGLIERE

E non poteva mancare un appunto su temi dibattuti e sentiti dalla comunità foggiana: quelli della legalità e della sicurezza, accompagnati dall’idea di affidare alla Prefettura – e non più ai dirigenti comunali – compiti decisionali; con l’istituto del governo a fare da stazione appaltante e il Comune da esecutore. Poi una parentesi sui 16 milioni di euro del Piano Sociale di Zona, che Landella immagina di affidare alle organizzazioni cattoliche “che in questi anni hanno operato in silenzio”:

FOTO | Franco Landella presenta la lista 'Destinazione Comune'

Questo uno dei passaggi chiave del leader della coalizione di centrodestra: “Guardo con interesse alla realizzazione di un piano per il commercio, all’adozione di un Piano per gli Insediamenti Produttivi, guardo con attenzione l’adozione del Piano Urbanistico Generale, soprattutto per quanto concerne la riqualificazione del centro urbano. Sono atti di programmazione a costo zero con non vanno a inficiare nelle casse del Comune e che possono veramente rivitalizzare la nostra città. Questi, e questi atti di programma, possono consentire alle imprese di investire e di crescere. A loro il compito di sviluppare, di investire, di creare ricchezze e benessere, ma soprattutto di creare lavoro”.

Il messaggio è chiaro: con Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Centrodestra, Cristiano Moderati, La Puglia Prima di Tutto e le Destre Unite, c’è anche una Destinazione Comune costituita da professionisti e componenti di associazioni, che si batteranno “per cambiare il motto: non più fuggi da Foggia, ma resto a Foggia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ‘Destinazione comune’ di Landella: “Non sarà più fuggi, ma resto a Foggia”

FoggiaToday è in caricamento