Recluta scrutatori a Foggia, tuona il M5S: "Vecchi metodi di spartizione partitocratica"

Inascoltato l'invito dei Cinquestelle in merito alle nomine, ovvero tener conto dello stato occupazionale e del disagio economico degli eventuali scrutatori

Recluta scrutatori? Nuove elezioni, vecchi metodi. L’accusa arriva dal MoVimento 5 Stelle di Foggia che ha visto inascoltato il suo invito. “Il MoVimento 5 Stelle di Foggia, denuncia la scarsa sensibilità dell'uscente amministrazione comunale nei confronti dei cittadini in difficoltà”, spiegano in una nota stampa gli attivisti M5S.

“In occasione della nomina degli scrutatori per le imminenti elezioni comunali ed europee il M5S Foggia ha chiesto, con lettera al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale, di nominare gli scrutatori scegliendo un criterio che tenesse conto dello stato occupazionale, soprattutto alla luce dell’attuale crisi economica. In un momento così difficile – spiegano - le istituzioni hanno il dovere di essere vicine ai cittadini in modo concreto e non solo a parole, contemplando un principio di solidarietà sociale che dovrebbe essere alla base di ogni comunità”.

“Nonostante la Commissione elettorale del Comune di Foggia sia stata nuovamente sollecitata, durante le operazioni di nomina, a seguire criteri di giustizia sociale, sono stati riscontrati nell’elenco ufficiale degli  scrutatori scelti, pubblicato sul sito web del comune, casi imbarazzanti. Soggetti che afferiscono a partiti e/o candidati, interi nuclei familiari nominati in sezioni attigue”, denunciano.

“Non si conoscono i criteri che hanno portato a maturare queste scelte, certamente si è persa un’occasione per dimostrare che si vuole, effettivamente, il cambiamento. Anche perché non si comprende per quali ragioni i singoli consiglieri comunali debbano essere loro ad esprimere la rosa dei candidati. Questa modalità è discriminate nei confronti dei cittadini che non conoscono uno dei 40 consiglieri comunali”.

“Insomma, nuove elezioni, vecchi metodi di spartizione partitocratica. Ma il MoVimento 5 Stelle di Foggia è assolutamente distante da queste logiche, tanto da essere l’unica voce politica in dissenso rispetto a vecchie metodologie, purtroppo, ormai consolidate e che, una volta nel Palazzo, non esiterà a modificarle realizzando così scelte più eque e solidali per i cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento