Una petizione contro il degrado. Landella "Non abbandoniamo la nostra città"

Si terrà oggi e domani la raccolta firme organizzata dalle associazioni "FoggiaCittà", "A.S.I.", "M.I.T.", "Università Popolare" e "Vivere Liberi", e sostenuta dal candidato sindaco Landella

Il manifesto della petizione

Si terrà sabato e domenica 26 e 27 aprile presso l'isola pedonale di Foggia, a partire dalle ore 18,00, la raccolta di firme per denunciare lo stato di degrado e di abbandono di numerose strutture pubbliche foggiane, oltre che per sollecitare la nuova Amministrazione Comunale ad intervenire, definitivamente, sulle opere incompiute che ancora non vengono restituite alla nostra comunità locale, a causa del lassismo e della incapacità delle amministrazioni di centro-sinistra che si sono succedute a Palazzo di Città in questi ultimi dieci anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il teatro "Giordano", l'anfiteatro "Mediterraneo", l'aeroporto "Gino Lisa", la villa comunale ed il suo boschetto, solo alcuni di insipienza politico-amministrativa delle giunte Ciliberti e Mongelli, denunciano le associazioni riunite attorno al progetto «Riaccendiamo la Speranza. Una petizione popolare che intende anche riscattare l'orgoglio dei foggiani e risvegliare le nostre coscienze - così come annuncia il coordinatore delle associazioni Umberto Candela - affinché il nuovo sindaco di Foggia si faccia interprete di un diffuso malcontento e risolva, una volta per tutte, tali annose questioni. "FoggiaCittà", "A.S.I.", "M.I.T.", "Università Popolare” e "Vivere Liberi", alla presenza di Franco Landella e dei candidati Antonio Vigiano e Brigida Villani della lista civica DestinAzione comune, invitano i cittadini a partecipare per dare un segno di presenza e vitalità  su tematiche che oramai non possono essere più sottaciute e che necessitano di un definitivo rimedio. Il futuro sindaco di Foggia e la nuova amministrazione comunale che saranno eletti il prossimo 25 maggio dovranno impegnarsi anche in questo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento