menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Michele Sisbarra

Michele Sisbarra

Michele Sisbarra, candidato consigliere di ‘Realtà Italia’ con Marasco sindaco

Scheda di Michele Sisbarra, consigliere comunale e candidato nelle liste di Realtà Italia di Michele Emiliano a sostegno della candidatura a sindaco di Foggia di Augusto Marasco

CHI SONO | Michele Sisbarra nasce a Foggia nel 1960, si laurea in Architettura a Venezia dove lavora per tre anni come collaboratore di ricerca nell'ambito della stessa Università. Torna a Foggia dove inizia la sua libera attività con una persona meravigliosa come Sergio De Sandro Salvati. Dal 1994 è insegnante di ruolo nelle scuole superiori (una delle grandi passioni della sua vita).  Ama scrivere e pubblica otto libri tra romanzi e raccolte di poesie (un'altra passione della sua vita).

Politicamente (terza passione) cresce nelle giovanili della FGCI con gli insegnamenti di persone come E. Berlinguer. Segue tutti gli sviluppi sino ad approdare al Partito Democratico. Dal 2012 a Sinistra Ecologia e Libertà con la quale non condivide le ultime scelte del Partito territoriale che ne avrebbero sancito la sua scomparsa e comincia la sua avventura con Michele Emiliano all'interno del Contenitore di Realtà Italia movimento per il quale è candidato alle prossime elezioni amministrative.

Consigliere uscente non ha fatto sconti all'amministrazione su temi importanti quali i diritti civili, la raccolta differenziata (progetto nazionale rifiuti zero), sugli accordi di programma. Ha promosso, con il collega De Santis, la riduzione dei costi della politica, la Consulta della Legalità. In qualità di consigliere ha seguito i processi d'integrazione tra popoli organizzando manifestazioni e convegni come L’Africa racconta ecc., è promotore con Africa united di un'iniziativa per realizzare un mercato etnico con l'aiuto dell'assessore Arcuri e Cavaliere.

PERCHE’ MI CANDIDO | Si candida per continuare un lavoro di rinnovamento etico della politica, per favorire un sistema di lavoro che salvaguardi i diritti di tutti e non le clientele dei pochi, che persegua un tipo di sviluppo basato sulla compartecipazione tra pubblico e privato non più concentrata sul l'edilizia abitativa ma quella sociale e produttiva. Queste sono solo alcune questioni per le quali chiederò il consenso ai cittadini e per le quali mi pongo alla vostra attenzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento