Margherita Vittoria di Marco, candidata consigliere con Destre Unite - Landella Sindaco

Scheda di Margherita Vittoria di Marco, foggiana classe 1983, candidata consigliere comunale a sostegno di Franco Landella

CHI SONO | Mi chiamo Margherita Vittoria di Marco e sono nata a Foggia, classe 1983. Sono una laureanda in diritto del lavoro, giurisprudenza. Lavoro come articolista freelance e coltivo le mie passioni, tra le quali, nella mia “storia”, spicca il richiamo verso i problemi della comunità: rappresentate di classe al liceo (A.Volta), consigliere di facoltà (Giurisprudenza) per una nota associazione universitaria, tutor alla pari per diversi anni (figura che svolge attività di sostegno agli studenti disabili presso l’Università degli Studi di Foggia), volontaria in Avvocato di Strada (associazione che offre assistenza legale gratuita ai senza dimora) e collaboratrice per alcune iniziative (con il loro beneplacito) dei Fratelli della Stazione (associazione che offre assistenza ai senza fissa dimora).

Preciso che le due associazioni sono ben lontane dallo schierarsi politicamente con alcun candidato, essendoci, per altro, tra le loro fila ulteriori aspiranti consiglieri comunali.

Le realtà associative sono una palestra di vita: ciascun volontario è portatore di un’idea “politica”, ma quest’ultima intesa nella sua accezione più conflittuale resta fuori dalla porta. Ci fa ingresso, invece, come partecipazione del cittadino al bene della comunità, quale fine ultimo e condivisione dei valori. Ed è a questa interpretazione che una futura giunta, operativa ed efficiente, deve guardare.

PERCHE' MI CANDIDO | Sono una persona abituata a prendere le cose di “pancia” e di “cuore”, a farsi carico dei problemi altrui ed investire tempo ed energie in ciò in cui crede. Ho sempre sentito mio quel dovere di solidarietà sociale sancito dall’art.2 della Costituzione.

Oggi tento il passo ulteriore verso la solidarietà politica, facendo la seguente riflessione: la democrazia vive di partecipazione. Sta a noi cittadini impegnarci sia come elettori che come futuri (eventuali) eletti, avendo il coraggio di assumerci la responsabilità di essere dalla parte di chi è chiamato a fornire le risposte.

In questi ultimi 10 anni abbiamo assistito ad una devastazione economica, culturale e sociale di Foggia. Molti di noi non si identificano in questa città, considerata in passato una delle capitali del Mezzogiorno d'Italia. Dobbiamo recuperare quel valore che ci appartiene e sfruttare le potenzialità inespresse o sopite.
Per questo ho condiviso il programma di rinascita della coalizione di centrodestra che sostiene il candidato sindaco Franco Landella, persona semplice e profondo conoscitore della macchina amministrativa comunale.

LE MIE PROPOSTE | Sono molti i problemi che Foggia ci chiama a risolvere. Il nostro programma di coalizione copre le tematiche ad ampio spettro.

Qui sono chiamata ad indicarne tre. Vorrei, dunque, partire da quelle che sono le esigenze più immediate che riguardano principalmente la manutenzione della città: manto stradale, verde/ambiente ed illuminazione. I cittadini hanno diritto ad una città a misura d’uomo. Se si vuole pensare in grande bisogna partire dalle basi del vivere dignitosamente.

Credo, inoltre, nell’attuazione del Piano del Commercio cittadino quale risorsa per lo sviluppo economico della Capitanata, e nella necessità di investire e sostenere il Villaggio Artigiani, l’Area Industriale e soprattutto la formazione, perché possa avere un senso e mirare ad un reale sbocco lavorativo per i più giovani, disoccupati e cassa-integrati, attraverso l’impiego dei fondi europei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come persona direttamente interessata, sarò tra quelli che spingeranno per la realizzazione del Centro Diurno dei senza dimora, per rispondere al disagio sociale dei quartieri più periferici e della Stazione, fortemente sentito dagli abitanti di Capitanata e facendo un’ulteriore passo verso l’integrazione, tenuto conto che Foggia è, oggi, una realtà multietnica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento