Comunali Foggia 2014

E’ cominciata la guerra dei manifesti selvaggi. Valerio: “Ci sono anche i social”

Salvatore Valerio candidato al comune Fratelli d'Italia-AN contro l’affissione dei manifesti al di fuori degli spazi consentiti: “Dobbiamo indignarci anche verso candidati della nostra stessa coalizione”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Ci risiamo! Eccoli ! Individui semisconosciuti sui muri della nostra città. Facce che coprono altre facce, con l'aggravante che le facce coperte hanno pagato la tassa di affissione. Un malvezzo che "tiene" ancora a quanto pare. Ritengo che sia come una malattia contagiosa che fa presa, che si espande. Iniziamo ad indignarci tutti pure verso quei candidati che sono della stessa nostra coalizione e che sbagliano.

Nessuno vuol fare il bacchettone o il puritano; talvolta nel passato anche io ho affisso dei manifesti fuori dello spazio consentito ma successivamente me ne sono amaramente pentito facendo "mea culpa". Oggi ci sono anche  i "Social" per poter farsi conoscere ed apprezzare.Il manifesto abusivo era e resta una forma antipatica e inutilmente invasiva che il più delle volte non porta valore aggiunto, anzi.

In tanti ci riempiamo la bocca con le parole ‘legalità’ o ‘senso civico’ e poi alla prima occasione facciamo il contrario di ciò che professiamo. Così facendo non si crescerà mai, non crescerà mai quel senso civico a cui in tanti fanno riferimento e che vogliamo coinvolga la cittadinanza. E' questa l'occasione di dare il buon esempio ed io lo darò.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ cominciata la guerra dei manifesti selvaggi. Valerio: “Ci sono anche i social”

FoggiaToday è in caricamento