Centola guarda al futuro: "Cultura e turismo a Foggia, binomio per ripartire"

L'analisi della candidata al consiglio comunale per la lista Il Pane e le Rose, in vista dell'evento conclusivo della sua campagna elettorale sul tema "Foggia bella, colta e sana"

Licia Centola

“Occorre scardinare con grande convinzione e determinazione il concetto che Cultura ed Arte siano spese improduttive e come tali troppo spesso relegate in posizioni di coda nelle scelte degli Enti locali”. Ne è fermamente convinta Licia Centola, candidata al Consiglio Comunale di Foggia, nella lista “Il Pane e le Rose”, aggiungendo che “Cultura e Arte, nelle loro diverse espressioni, possono e debbono essere considerati meritevoli di investimenti anche cospicui, perché in grado di assicurare ritorni nel breve periodo, se opportunamente riferiti ad iniziative di grande spessore”.

“Anche in questo caso Foggia può avere una marcia in più, rappresentata dal patrimonio di istituzioni culturali ed artistiche di assoluto rilievo, anche internazionale. Basti pensare al Teatro Comunale Umberto Giordano - con tutte le pregevoli realtà che ruotano attorno alla figura dell’illustre compositore dauno -, all’Accademia delle Belle Arti, al Conservatorio di Musica, a tutte le Associazioni ed i Sodalizi, al circuito museale presente nella nostra amata città, alle attività dell’Università degli Studi di Foggia”.

“Tutto ciò va organizzato in un’offerta di alto profilo e con il ruolo propulsivo del Comune di Foggia, istituendo un’apposita Agenzia a costo zero, oppure stipulando convenzioni con Associazioni no-profit e/o cooperative giovanili per l’organizzazione di eventi e manifestazioni. Quello tra economia e cultura è infatti un rapporto destinato a divenire sempre più serrato e proficuo: a noi la scelta di tradurre in atti concreti questa tendenza ineluttabile, oppure  continuare a considerare la Cultura e l’Arte secondo  vecchi retaggi”.

“Io penso – ha concluso Licia Centola – che si debba andare speditamente nella direzione di una visione di impresa per queste tematiche, anche per le evidenti connessioni con il comparto del Turismo, riconoscendo in modo adeguato il valore della creatività e della produzione culturale”. Proprio a questo argomento, infatti, è dedicato l’incontro “Foggia bella, colta e sana”, evento conclusivo della campagna elettorale di Licia Centola.

L’evento è in programma il prossimo giovedì 22 maggio, alle ore 18.00, nella Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza” di Foggia: un incontro e dialogo intorno alla città al quale prenderà parte anche il candidato sindaco Augusto Marasco, insieme ad autorevoli rappresentanti del mondo del sindacato, della cultura e dell’arte come Carla Costantino, Segretaria provinciale della CISL di Foggia, Gigliola Fania, Presidente dell’Associazione ArteOra, Rossella Palmieri, giornalista e docente di letteratura teatrale presso l’Università di Foggia, Geppe Inserra, Direttore artistico del Festival Cinema Indipendente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante l’incontro verrà proiettato parte del filmato “Foggia non dirle mai addio”, realizzato con la collaborazione del regista e sceneggiatore  Luciano Emmer. Con questo evento la candidata Licia Centola  desidera dare il suo contributo propositivo per la nascita di una nuova coscienza civica della città, una città ricca di storia, di cultura e tradizioni che merita di essere valorizzata ed amata per quello che offre e potrebbe offrire se fosse amministrata con la cura e la dedizione che qualsiasi bene prezioso richiede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento