Comunali Foggia 2014

Miranda: “A che punto sono i lavori della Foscolo-Gabelli di Borgo Segezia?”

Interrogazione urgente su lavori edificio scolastico di Borgo Segezia e complessiva situazione di disagio dei residenti delle Borgate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Questa mattina Luigi Miranda, consigliere comunale indipendente e candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Foggia, ha presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta agli assessori comunali ai Lavori Pubblici e all’Istruzione in merito ai lavori in corso all’edificio di Borgo Segezia che ospita la scuola Foscolo-Gabelli (infanzia, primaria e secondaria I grado) oggetto di un intervento di ripristino e messa a norma (in particolare rifacimento bagni e muri a seguito d’infiltrazione pioggia da tetto) finanziato con l’importo di € 45.356 e iniziato nell’estate scorsa.  L’intervento – questa l’assicurazione data a inizio lavori alle famiglie - sarebbe dovuto terminare entro l’anno solare.

Nel frattempo gli studenti frequentano le lezioni negli spazi della scuola Altamura-De Amicis che raggiungono quotidianamente con uno scuolabus messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Foggia. È ovvio il disagio di famiglie e studenti, per una situazione temporanea che, invece, sta diventano definitiva.

Sembra chiaro a tutti, infatti, che gli studenti di Borgo Segezia non termineranno il corrente anno scolastico nella loro scuola. Per un intero anno la qualità della vita degli studenti e delle loro famiglie è stata seriamente compromessa dall’inattendibilità dell’Amministrazione Comunale, incapace di chiudere i cantieri aperti e finire le opere iniziate.

La situazione della scuola è, però, solo un aspetto della più generale e insostenibile situazione di disagio che vive la Borgata, rilevata dai residenti in un recente incontro con il consigliere comunale Luigi Miranda.  Rimarcata, in particolare la mancanza – tutte le domeniche - dei collegamenti Ataf con il centro città, impedendo a ragazzi e anziani non motorizzati di raggiungere il capoluogo per partecipare alle funzioni religiose, agli eventi sportivi, agli spettacoli, alle manifestazioni in genere.

Precaria, poi, la viabilità: buche profonde anche 10 cm in via Castelluccio, manto stradale fortemente deteriorato in via Napoli e via del Salice, asfalto ceduto nel tratto di strada tra via Castelluccio e via Napoli, assenza di segnaletica nei pressi di incroci.

I residenti lamentano anche la mancanza di seri interventi in materia di sicurezza. In aumento, infatti, i furti nelle abitazioni e nelle aziende agricole, mentre continua il furto di cavi elettrici e telefonici, che comporta l’isolamento – anche per giorni – di famiglie, scuole, Ufficio Postale, farmacia, e il blocco delle attività economiche.

Una situazione di grande difficoltà, quindi, che accomuna i residenti di Borgo Segezia con quelli di Borgo Cervaro, Incoronata, Arpinova, e cui solo la buona volontà dei residenti impedisce di precipitare nel degrado sociale. La loro volontà di non fuggire ma di rimanere, deve essere accolta e interpretata come sincero desiderio di essere parte integrante e attiva della comunità della città di Foggia, nonostante le delusioni e il sentimento di non essere mai stati considerati cittadini a pieno titolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miranda: “A che punto sono i lavori della Foscolo-Gabelli di Borgo Segezia?”

FoggiaToday è in caricamento