Miranda: “A che punto sono i lavori della Foscolo-Gabelli di Borgo Segezia?”

Interrogazione urgente su lavori edificio scolastico di Borgo Segezia e complessiva situazione di disagio dei residenti delle Borgate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Questa mattina Luigi Miranda, consigliere comunale indipendente e candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Foggia, ha presentato un’interrogazione urgente a risposta scritta agli assessori comunali ai Lavori Pubblici e all’Istruzione in merito ai lavori in corso all’edificio di Borgo Segezia che ospita la scuola Foscolo-Gabelli (infanzia, primaria e secondaria I grado) oggetto di un intervento di ripristino e messa a norma (in particolare rifacimento bagni e muri a seguito d’infiltrazione pioggia da tetto) finanziato con l’importo di € 45.356 e iniziato nell’estate scorsa.  L’intervento – questa l’assicurazione data a inizio lavori alle famiglie - sarebbe dovuto terminare entro l’anno solare.

Nel frattempo gli studenti frequentano le lezioni negli spazi della scuola Altamura-De Amicis che raggiungono quotidianamente con uno scuolabus messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Foggia. È ovvio il disagio di famiglie e studenti, per una situazione temporanea che, invece, sta diventano definitiva.

Sembra chiaro a tutti, infatti, che gli studenti di Borgo Segezia non termineranno il corrente anno scolastico nella loro scuola. Per un intero anno la qualità della vita degli studenti e delle loro famiglie è stata seriamente compromessa dall’inattendibilità dell’Amministrazione Comunale, incapace di chiudere i cantieri aperti e finire le opere iniziate.

La situazione della scuola è, però, solo un aspetto della più generale e insostenibile situazione di disagio che vive la Borgata, rilevata dai residenti in un recente incontro con il consigliere comunale Luigi Miranda.  Rimarcata, in particolare la mancanza – tutte le domeniche - dei collegamenti Ataf con il centro città, impedendo a ragazzi e anziani non motorizzati di raggiungere il capoluogo per partecipare alle funzioni religiose, agli eventi sportivi, agli spettacoli, alle manifestazioni in genere.

Precaria, poi, la viabilità: buche profonde anche 10 cm in via Castelluccio, manto stradale fortemente deteriorato in via Napoli e via del Salice, asfalto ceduto nel tratto di strada tra via Castelluccio e via Napoli, assenza di segnaletica nei pressi di incroci.

I residenti lamentano anche la mancanza di seri interventi in materia di sicurezza. In aumento, infatti, i furti nelle abitazioni e nelle aziende agricole, mentre continua il furto di cavi elettrici e telefonici, che comporta l’isolamento – anche per giorni – di famiglie, scuole, Ufficio Postale, farmacia, e il blocco delle attività economiche.

Una situazione di grande difficoltà, quindi, che accomuna i residenti di Borgo Segezia con quelli di Borgo Cervaro, Incoronata, Arpinova, e cui solo la buona volontà dei residenti impedisce di precipitare nel degrado sociale. La loro volontà di non fuggire ma di rimanere, deve essere accolta e interpretata come sincero desiderio di essere parte integrante e attiva della comunità della città di Foggia, nonostante le delusioni e il sentimento di non essere mai stati considerati cittadini a pieno titolo.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento