Isola pedonale gremita per i Fratelli d’Italia. Meloni e Alemanno: “Uniti con Landella”

All'isola pedonale Giorgia Meloni e Gianni Alemanno a sostegno del candidato sindaco di Foggia per la coalizione di centrodestra, Franco Landella

Giorgia Meloni e Franco Landella

“L’unità del centrodestra è un valore aggiunto. La coesione sui valori e sugli obiettivi è una garanzia di affidabilità e rappresenta la credibilità politica che offriamo alla città di Foggia per voltare pagina”. Così Franco Landella, candidato sindaco per la coalizione di centrodestra, nell’accogliere la presidente di ‘Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale’, Giorgia Meloni, giunta nel capoluogo ieri pomeriggio per sostenere le ragioni del centrodestra nella tornata elettorale amministrativa e per aprire la campagna elettorale delle europee, in cui l’ex ministro della Gioventù guida la lista di FdI in tutte le Circoscrizioni.

Giorgia Meloni ha visitato il comitato elettorale del candidato sindaco, per poi inaugurare quello del suo partito, accompagnata dai portavoce provinciale e cittadino, Domenico Farina e Giuseppe Mainiero, e accolta dai 32 candidati al Consiglio comunale. “Sono qui per affermare l’urgente necessità di rialzare la testa, a Foggia ed in Europa – ha detto Giorgia Meloni –. Non può esserci proposta politica senza valori.

Non può esserci politica senza coerenza ideale. Noi siamo qui per riaffermare questo principio”. Foggia per Giorgia Meloni è da questo punto di vista “un esperimento a cui guardiamo con grande interesse e con entusiasmo, perché a fronte di una coalizione che troppo spesso a livello nazionale si è divisa e polverizzata in questo territorio il centrodestra ha invece saputo e voluto privilegiare l’unità politica e programmatica, sintetizzata proprio dalla candidatura di Franco Landella”.

Ed è stato lo stesso Landella, dal palco dell’Isola Pedonale dove è stato tenuto il comizio di apertura della campagna elettorale di ‘Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale’, a sottolineare il senso della coesione. “Il centrosinistra ha fatto dell’instabilità politica il suo tratto distintivo. Ha cambiato tre candidati sindaco in dieci anni. Ha litigato prima, durante e dopo le primarie. Volevano impartirci lezioni di democrazia, mentre in realtà hanno solo dimostrato di essere divisi e in contrasto gli uni con gli altri – ha affermato il candidato sindaco –.

Foggia può e deve rimettersi in cammino dopo dieci anni disastrosi di governo che hanno messo in ginocchio la città sul piano economico, sociale, culturale. Ripartendo dalle sue eccellenze, dalle sue vocazioni, dalle sue straordinarie potenzialità. Può farlo restituendo priorità all’interesse generale, immaginando il suo futuro in modo partecipato e inclusivo. Basta con i poteri e gli apparati, basta con le proposte confuse e con la svendita di identità e valori per arrivare ad amministrare. È tempo che Foggia volti finalmente pagina rimettendo il Comune dalla parte del popolo”.

“Il nostro obiettivo è portare l’Italia in Europa, difendere l’interesse nazionale senza chiedere il permesso o scusandoci. Questa Europa va cambiata. Vanno rimessi in discussione il Fiscal Compact ed il Fondo Salva Stati – ha ammonito in una piazza gremita Giorgia Meloni – Perché l’Italia  serve all’Europa molto più di quanto l’Europa oggi serva all’Italia. Questa è un’Europa in cui la grande finanza strangola imprese, lavoratori e famiglie dietro l’alibi del rigore e delle riforme economiche; è un’Europa che scarica sull’Italia tutto il peso dell’accoglienza dell’ondata migratoria proveniente dal Mediterraneo, senza concedere al nostro Paese il sostegno necessario ad affrontare questa continua emergenza – ha spiegato l’ex Ministro della Gioventù –. Ciascun immigrato costa all’Italia 30 euro al giorno, cioè 900 euro al mese: praticamente il doppio di quanto lo Stato riconosce come pensione sociale e il triplo di quanto concede a un disabile. Il voto utile per l’Italia è un voto attraverso il quale combattere queste degenerazioni e queste storture”.

A rafforzare la battaglia politica di ‘Fratelli d’Italia’ a Foggia a sorpresa è poi arrivato anche l’ex sindaco di Roma ed ex Ministro delle Politiche Agricole, Gianni Alemanno, candidato alle elezioni europee. “La rinascita dell’Italia deve cominciare proprio dal Mezzogiorno, da città come Foggia, che ha sofferto l’incapacità di amministrare del centrosinistra e che non ha saputo sfruttare le straordinarie opportunità offerte dai fondi comunitari. La Puglia e Foggia hanno bisogno di nuove idee e di nuove energie, dopo la cattiva gestione degli ultimi dieci anni – ha concluso Gianni Alemanno –. Voltare pagina significa dare a Foggia un governo aperto, intelligente e responsabile. Un governo che restituisca a questa comunità l’orgoglio di essere una delle più importanti città del Meridione e della nostra Italia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento