Comunali Foggia 2014 Piazza Cesare Battisti

Miranda saluta la sua gente: “Per cambiare le cose ho bisogno della vostra forza"

In una gremita piazza Cesare Battisti il candidato sindaco Luigi Miranda chiude la campagna elettorale tra gli applausi: “Non votate chi vi assicura un posto di lavoro”

Si è chiusa ieri sera, in piazza Cesare Battisti, la campagna elettorale della Lista Miranda Sindaco. Una campagna elettorale itinerante, che ha attraversato la città, facendo tappa nei suoi luoghi simbolo – dal Teatro Giordano al Parco san Felice, all’Aeroporto Gino Lisa – e nei luoghi di vita e lavoro dei cittadini. Le strade, le piazze dei quartieri, dei borghi, delle periferie sono state il vero comitato elettorale della Lista Miranda.

Una città esplorata palmo a palmo, con la premura di vedere e di ascoltare, ancora prima di essere visti e ascoltati. E proprio la capacità di ascolto ha portato Luigi Miranda e i trentadue candidati consiglieri a entrare in sintonia con una città stanca e affaticata, amareggiata da troppe promesse mancate, da troppi appuntamenti rinviati, da troppe attese deluse. Delusa soprattutto da una classe politica inefficace e inefficiente, prodiga di promesse e impegni in campagna elettorale, avara d’iniziative una volta entrata nei palazzi del potere.

Luigi Miranda e i suoi candidati non hanno promesso miracoli, ma un impegno quotidiano serio e coerente, nell’esclusivo interesse dei cittadini. Cittadini che hanno, sì, interesse ai voli dal Gino Lisa e alla riapertura del Giordano, ma che vogliono soprattutto più asili nido, più detrazioni per i figli a carico, una tassa rifiuti meno onerosa, un servizio di trasporto più efficace, strade pulite e senza buche, quartieri vivibili e sicuri, più verde, più servizi per bambini e anziani. Nessuna promessa che non potrà essere mantenuta, e soprattutto nessuna promessa di posti di lavoro. “Una presa in giro” – ha affermato Luigi Miranda, che ha invitato a non credere a chi promette lavoro in cambio di voti. “Anzi – ha rimarcato – il candidato che assicura posti di lavoro è il candidato da non votare”.

Una campagna elettorale sobria, senza effetti speciali. L’effetto speciale sono stati i chilometri percorsi a piedi, visitando case, negozi, laboratori artigiani. Gli effetti speciali sono stati la passione, l’impegno, la simpatia, l’onestà, l’ascolto. I veri effetti speciali sono, però, i candidati consiglieri, trentadue persone che non si arrendono al degrado della città, che non vogliono andarsene, e hanno deciso di impegnarsi in prima persona.  Un impegno assunto nella condivisione della proposta del candidato sindaco Luigi Miranda. Una proposta civica energica e nuova, fuori dagli schemi dei partiti tradizionali, con unico punto di riferimento non le segreterie dei partiti ma la città e i suoi cittadini.

La manifestazione finale si è concentrata sul comizio di Luigi Miranda, consigliere comunale uscente, catalizzatore dell’impegno e dell’entusiasmo dei candidati e dei sostenitori. Piazza Cesare Battisti è stata pacificamente invasa da cittadini persuasi che la proposta Miranda è la proposta giusta per restituire fiducia, dignità, decoro e – soprattutto – futuro alla città. L’entusiasmo di candidati, sostenitori e cittadini non ha avuto bisogno di volantini, santini o coriandoli. La piazza, infatti, non è stata sporcata dal materiale elettorale. Anche questo vuol dire qualcosa, e marca una differenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miranda saluta la sua gente: “Per cambiare le cose ho bisogno della vostra forza"

FoggiaToday è in caricamento