Lunedì, 18 Ottobre 2021
Comunali Foggia 2014

Di Gioia chiude la tre giorni in periferia: “Foggia a un bivio: tra catastrofe e rinascita”

Il candidato sindaco Leo Di Gioia di ‘Un’altra storia per Foggia”: una campagna elettorale nel segno del dialogo con i cittadini

Si è chiusa ieri sera al Rione Candelaro la tre giorni del candidato sindaco Leo Di Gioia e della coalizione “Un’altra storia per Foggia” nei quartieri della periferia cittadina, che aveva già visto gli incontri in piazza al Martucci e a Ordona Sud.

Organizzatori soddisfatti per l’affluenza ad appuntamenti caratterizzati da una forte ed attiva presenza dei cittadini, che hanno sottolineato le diverse criticità delle aree, con domande stringenti sulle priorità, i programmi, le tempistiche dell’Amministrazione.

“Il rapporto con i cittadini, il loro protagonismo, il loro spirito di iniziativa e di partecipazione” ha dichiarato Leonardo Di Gioia “è la stella polare della nostra coalizione. Anche per questo abbiamo voluto costruire un’alleanza civica, libera dai vincoli di apparato e di partito. Perché da uomini liberi riusciamo a non temere la verità.”

“Penso” ha proseguito il candidato sindaco “che la cosa più “clamorosa” che il Comune possa fare è far bene il suo mestiere: occuparsi del bene comune, riappropriarsi delle sue funzioni di programmazione e controllo, garantire legalità. Ci servono cinque anni per fare in modo che Foggia imbocchi la strada giusta nel bivio fra catastrofe e rinascita. Il dialogo costante con la città” conclude Di Gioia “che abbiamo intessuto in questa campagna elettorale, e che proseguiremo dopo il voto, ci dà fiducia sulla possibilità di cogliere questo obiettivo.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Gioia chiude la tre giorni in periferia: “Foggia a un bivio: tra catastrofe e rinascita”

FoggiaToday è in caricamento