Ballottaggio, il Prc si defila: Cislaghi: "Marasco e Landella due lati della stessa medaglia"

Il segretario del circolo "CheGuevara" annuncia la scelta di non appoggiare nessuno al ballottaggio "Sono i due lati della stessa medaglia e non ci interessa se un lato è più bello dell'altro perché è la medaglia che non ci piace"

Giorgio Cislaghi

Dopo l'annuncio di Sel che al ballottaggio sosterrà Marasco, arriva la risposta di Rifondazione Comunista, che commenta l'esito delle Europee e annuncia la decisione di non sostenere nessuno dei due candidati sindaco. "Il risultato della tornata elettorale è positivo per la Sinistra foggiana: L’Altra Europa con Tsipras elegge Eleonora Forenza al parlamento europeo; Foggia a Sinistra ottiene un risultato più che soddisfacente, ha affermato il segretario del circolo “CheGuevara” - Foggia Fiorenzo Giorgio Cislaghi.

"Non erano risultati scontati, anzi. C’è voluto l’impegno di tutte le persone della sinistra diffusa per superare lo sbarramento del 4% imposto per le elezioni europee scontando, in primo luogo in città, il silenzio calato sulla scadenza elettorale quasi dimenticata per le concomitanti elezioni amministrative e la barbarie delle affissioni abusive che hanno impedito di usare i tabelloni per la normale propaganda elettorale.

Ricordando le intimidazioni subite, una lettera minatoria e il maldestro tentativo d’incendio del materiale custodito nel comitato elettorale avvenute nel più totale silenzio della politica cittadina, vogliamo ringraziare le persone che con il loro impegno hanno permesso il conseguimento del risultato elettorale. C’è voluta la caparbietà di poche persone che hanno raccolto l’appello alla costituzione di una lista della sinistra diffusa per dare vita alla lista Foggia a Sinistra, una lista nata per testimoniare l’esistenza della sinistra alternativa al cosiddetto “centrosinistra” in città, alle sue politiche di alleanze orientate al dialogo con forze politiche di centrodestra.

"Lo strabismo cronico, a destra, del PD provinciale - prosegue Cislaghi - ha solamente anticipato le linee nazionali promulgate dal suo segretario: 'bisogna prendere i voti dalla destra per vincere le elezioni'. Strabismo cronico ribadito in ogni occasione, sia che si parli di edilizia popolare, sempre legata a progetti che mascherano piani di volgare speculazione edilizia violentando il termine di “housing sociale” coniato nel nord Europa per dare una casa a chi non si può permettere di pagare un affitto a prezzi di mercato, sia che si parli di riqualificazione urbana, sempre orientata al recupero del centro storico e delle attività commerciali svolte al suo interno dimenticando l’abbandono delle periferie e della desertificazione commerciale causata dall’assenza di un piano del commercio e dei servizi.

Quale sia l’interesse del cosiddetto “centrosinistra” alle sorti della città è dimostrato dalla nomina dell’ex assessore Fiore, quota PD, alla guida di ATAF  alle prime battute della campagna elettorale e, alla fine del primo turno elettorale, dall’approvazione del “piano per la riqualificazione e sistemazione dei giardini pubblici di Maria Grazia Barone” che impegna oltre seicentomila euro, ossia i proventi di quattro anni di compensazione ecologica dell’impianto fotovoltaico di ponte Albanito, e dalla “concessione in uso del bene “Struttura di servizio Anfiteatro/Parco San Felice - per la durata di anni cinque”. Non esitiamo a dire che queste nomine e queste delibere sono la dimostrazione della continuità tra il periodo cilibertiano e il futuro che attende la nostra città.

Ribadendo il nostro impegno nel progetto di unione della Sinistra diffusa per costruire un’opposizione politica e sociale in città - conclude - affermiamo che il turno di ballottaggio tra i contendenti Landella e Marasco non ci appassiona, e non ci vedrà partecipi, perché sono entrambi espressione di politiche che hanno portato all’impoverimento della nostra città, sono due politici che hanno un comune passato nelle file del centrodestra cittadino. Sono i due lati della stessa medaglia e non ci interessa se un lato è più bello dell’altro perché è la medaglia che non ci piace".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento