menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Mangano

Alberto Mangano

Comunali Foggia, Alberto Mangano sbotta: "L'affissione selvaggia offende gli elettori"

Per il candidato al consiglio comunale nella lista di Lambresa "trovare anche 100 manifesti dello stesso candidato è un messaggio di opulenza che non si sposa con il periodo che la nostra società sta vivendo"

C’è tristezza e amarezza nelle parole di Alberto Mangano, candidato al consiglio comunale nella lista Lista Lucia Lambresa sindaco. Pietra dello scandalo è la corsa al manifesto selvaggio che puntuale, ogni cinque anni, si ripropone in città durante la campagna elettorale. “Avevo manifestato il mio disappunto per l'affissione selvaggia già prima che iniziasse ufficialmente la campagna elettorale – spiega Mangano in una nota stampa - sperando che il mio messaggio, unitamente a quello di altri, potesse servire a fare un percorso comune teso a offrire il proprio messaggio agli elettori senza ledere il diritto alla comunicazione di tutti gli altri”.

“Viceversa mi rendo conto che, anche quest'anno, quasi offendendo gli elettori e la nostra città intesa come casa comune, il modo irrispettoso di comunicare la propria candidatura ha preso il sopravvento e tanti candidati sono oscurati dalla prepotenza e dalla illegalità. Bisogna anche considerare che oltre ai manifesti affissi sui muri, sui cassonetti, sulle cabine della luce e su vecchie cabine telefoniche, anche sui tabelloni destinati alle varie liste, i singoli candidati occupano tutti gli spazi dimenticando che gli stessi sono assegnati a ciascuna delle liste in competizione”.

“Ritengo, ma questo è un mio modestissimo parere più da cittadino che da candidato, che trovare sui tabelloni anche 100 manifesti dello stesso candidato, oltre ad essere un messaggio di opulenza che non si sposa con il periodo che la nostra società sta vivendo, offende l'elettore che dovrebbe essere convinto dal numero sempre più ingombrante delle stesse facce”.

“Sempre da cittadino - conclude - consiglio agli elettori una scelta basata anche sulla correttezza nello svolgimento della campagna elettorale da parte dei vari concorrenti alla carica di consigliere comunale perché,solo affidandosi ai più corretti e non ai più invadenti, si possa pensare ad un consiglio che rappresenti l'eccellenza della città e che possa consigliar bene i candidati nelle prossime competizioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento