Amministrative 2016, linea dura di Noi con Salvini: "Nessun accordo con Forza Italia"

Il gruppo di San Giovanni Rotondo prende le distanze da Forza Italia. Siorini: "Il nostro obiettivo è lavorare per amore della città, quello di Longo è la poltrona..."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il gruppo "Noi con Salvini" di San Giovanni Rotondo prende le distanze da Forza Italia. Saverio Siorini, coordinatore del Gargano e  responsabile cittadino della città di San Pio, allontana lo spettro di un partito non meglio identificato, dopo le sue scelte egoistiche.

"Utilizzare l'immagine del simbolo per sfoggiare l'amore della città, perché amministrare significa responsabilità, non è accettabile - si legge nella nota del gruppo - pertanto dopo la falsa riga di scelta di Forza Italia, capeggiata da Mimmo Longo, dove ha pensato di accasarsi in una coalizione di centro-sinistra-destra (per meglio identificato minestrone), il movimento politico "Noi con Salvini" prende le distanze da Forza Italia".

Continua e afferma Siorini, "la competizione elettorale che stiamo per affrontare, per la quale abbiamo deciso di appoggiare l'attuale sindaco Pompilio, è frutto di una scelta solo ed esclusivamente fatta da appartenenti di centrodestra; sfida che vogliamo vincere per far ripartire la città e renderci protagonisti di percorsi virtuosi di sviluppo, con gente vera e non con un gruppo di cozzaglia".

"Siamo al paradosso più totale: è completamente inammissibile, che Longo possa dire che Forza Italia è un partito di centrodestra e poi entrare in coalizione di liste civiche di sinistra. Sono atteggiamenti che vanno censurati in quanto non appartengono ad un modo nobile di fare politica e non rispettosi delle dinamiche di una coalizione di un vero centro-destra dove c'è la vera vita dei partiti. Adesso, solo la vergogna è l'aggettivo che potrà identificare Forza Italia a  San Giovanni Rotondo".

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento