Maruzzi ai sangiovannesi: “Se eletto rinuncerò allo stipendio da sindaco”

“Rinuncio allo stipendio per contribuire al restauro della Dea Alata Vittoria”. È la prima volta che accade nella città di San Pio

Leonardo Maruzzi

“Se eletto rinuncerò allo stipendio da sindaco per contribuire al restauro del monumento dedicato alle vittime della Grande Guerra e di tutte le guerre ubicato in piazza Europa”. Con questa dichiarazione lanciata dalla sua pagina  social, l’avvocato Leonardo Maruzzi indica qual è il suo concetto di servizio e di disponibilità per la città e la comunità sangiovannese.

Il monumento, Dea lata Vittoria, tributo al notevole prezzo di sangue che la città ha versato per la nazione nel triennio del 1915-1918 e per gli anni a seguire, versa in uno stato di totale abbandono: nomi e cognomi dei caduti in guerra illeggibili e staticità del monumento messa a rischio dall’assenza di manutenzione e dal logorio del tempo e delle intemperie. Monumento per troppo tempo relegato nel dimenticatoio.

“Noi intendiamo la politica come servizio non come mestiere. Chi amministra deve dare l’esempio, il buon esempio così come fa un buon padre di famiglia: rinunciare a qualcosa per metterla a disposizione della sua comunità, per rendere migliore la sua città. Se vinciamo noi questo sarà lo spirito che animerà l’Amministrazione comunale”, ha concluso il candidato sindaco del centrosinistra l’avvocato Leonardo Maruzzi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento