menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tre candidati sindaco a San Giovanni Rotondo, cinque a Torremaggiore: si vota in 10 comuni

Domenica 5 giugno si vota anche a Candela, Ascoli Satriano, Vieste, San Marco in Lamis, Serracapriola, Alberona, Casalnuovo Monterotaro e Zapponeta

Domenica 5 giugno dieci comuni della provincia di Foggia saranno chiamati a rinnovare il Consiglio comunale e ad eleggere il nuovo sindaco. Riflettori puntati sui due comuni superiori a 15mila abitanti in cui è prevista la possibilità del turno di ballottaggio fissato il 19 giugno dello stesso mese, San Giovanni Rotondo e Torremaggiore.

SAN GIOVANNI ROTONDO. Nella città di San Pio al momento è sfida a tre. Ci riproverà il primo cittadino uscente Luigi Pompilio con il progetto ‘#ilcambiamentocontinua insieme a te’ di cui fanno parte la lista del sindaco ‘Amo San Giovanni Rotondo’, il Movimento Federalista di Mario Urbano, i Fratelli D’Italia di Antonio Ritrovato, Noi con Salvini di Saverio Siorini, Capitanata Popolare e IDEA. Ancora da sciogliere il nodo Forza Italia.

Per contrastare il sindaco-ingegnere, il Partito Democratico, il PSI di Chiumento e Scelta Civica (senza la lista Emiliano che si è sfilata dalla competizione), puntano sul noto avvocato Leonardo Maruzzi. I democratici starebbero per chiudere la coalizione a sei liste, compresa quella che porta il nome del candidato sindaco

Nemmeno il centro sta a guardare. Le voci della candidatura a sindaco di Costanzo Cascavilla, assumeranno a breve i crismi dell’ufficialità. Con lui ci sono i Popolari, l’Unione di Centro, i Conservatori e Riformisti e il Partito della Città, quindi Giuseppe Miglionico, i fratelli Mangiacotti, Pio Mischitelli, Mauro Cappucci, Salvatore Palladino, Claudio Russo e Antonio Placentino, così come riportato da Sangiovannirotondonet.it

TORREMAGGIORE. Nella città dell'Alto Tavoliere sono cinque i candidati sindaco. Il dott. Salvatore Leccisotti per la coalizione ‘Responsabilità e Rinnovamento’ costituita dal Partito Democratico e dal libero movimento di opinione ‘Città Nostra’. Marco Faienza a capo della lista ‘Insieme per la terra nostra’ appoggiato dal Nuovo PSI di Giovanni Alfonzo, Lino Monteleone per la coalizione di centrodestra ‘Innanzitutto Torremaggiore’ formata da Forza Italia, Civica Liberi di Nadia Cardillo e Sergio Gildone, Agire per Torremaggiore, Comitato civico viviamo per Torremaggiore, Civica impegno comune per Torremaggiore, Unione di Centro e Torremaggiore Libera e Democratica. Ai tre uomini si sono aggiunte due donne: Gisella Naturale per il Movimento 5 Stelle e la dott.ssa Anna Lamedica a capo della coalizione ‘Rinascita Cittadina’ appoggiata dall’Italia dei Valori, Rifondazione Comunista e Partito del Sud.

SAN MARCO IN LAMIS. Nella cittadina garganica dei due conventi è sfida a due. Se la giocano Pasquale Spagnoli, attuale presidente del Consiglio comunale e candidato sindaco della lista ‘San Marco nel cuore’, sostenuta da Rifondazione Comunista, Socialismo Dauno e l’Unione di Centro del primo cittadino uscente l’on. Angelo Cera, e l’ex assessore della Giunta Lombardi, Michele Merla, candidato sindaco di ‘Per San Marco’, la civica che va dalla sinistra vendoliana al Partito Democratico, da Possibile all’Arci, dai moderati ai cattolici, dal mondo dell’associazionismo a quello del volontariato. Più incerto il destino di Forza Italia, in difficoltà con la composizione della lista e alle prese con le fresche dimissioni del segretario cittadino, il giovane gattiano Luigi Mossuto, che Angelo Cera vorrebbe in lista tra i sedici. Il mirandiano Angelo Ianzano troverebbe un posto nella lista di Michele Merla. Nessuna notizia, al momento, dei cinquestelle, al cui interno permane la frattura tra lo storico attivista Luigi La Riccia e Sacha De Giovanni del Meetup 5 Stelle San Marco in Lamis.

VIESTE. Sul Gargano riflettori puntati nella città del faro, nelle scorse settimane teatro di una querelle interna al Partito Democratico e della caduta anticipata del sindaco uscente Ersilia Nobile. Giuseppe Nobiletti, candidato sindaco di ‘Vieste sei tu’ e Mauro Clemente, alla guida dei movimenti ‘La mia città’ e ‘Alleanza per Vieste’, sfideranno Nicola Rosiello, ex assessore alla guida di ‘Futura’, la lista composta da uomini e donne degli schieramenti di Forza Italia e Partito Democratico.

GLI ALTRI COMUNI. Ad Ascoli Satriano l’avv. Vincenzo Sarcone proverà a strappare la poltrona da primo cittadino a Nino Danaro, ricandidato per un secondo mandato. A Candela tenterà il bis Nicola Gatta. A Serracapriola toccherà all’esponente del Partito Democratico Vittorio Presutto provare a subentrare a Marco Camporeale, sindaco per due legislature. Dovrà vedersela con ‘Il nostro paese’ di ‘Michele Leombruno’. Al voto anche Casalnuovo Monterotaro, Zapponeta e Alberona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento