Amministrative 2013, Lonigro e Cologno: buona affermazione di Socialismo Dauno

A Ischitella Pippo Merolla consigliere comunale con 185 preferenze. A Peschici Donato Di Milo con 231 voti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

I vertici di Socialismo Dauno esprimono soddisfazione per il risultato ottenuto dai candidati sindaci e consiglieri  sostenuti dal loro movimento e impegnati nelle liste civiche dei diversi comuni della provincia di Foggia. Storico il risultato ottenuto ad Anzano di Puglia, dove è stato eletto sindaco Paolo Lavanga, mentre Giuseppe Rossi, con 135 voti è il primo degli eletti.       

Ottimo anche il responso delle urne ad Ischitella. Nel paese garganico si è imposto Piero Colecchia, mentre Pippo Merolla di Socialismo Dauno è consigliere con ben 185 preferenze. Successo anche a  Peschici: eletto sindaco Franco Tavaglione, mentre Donato Di Milo è diventato consigliere con ben 231 voti.

A Bovino, confermato primo cittadino Michele Dedda, con un consenso strepitoso e buon esito per Antonio Fiorenti, che per un soffio non entra in Consiglio comunale (126 voti, primo dei non eletti). Bene anche a Vico del Gargano per il sindaco Michele Sementino. Non ce l’ha fatta a strappare un seggio Massimo Fiorentino, nonostante i 146 voti di preferenza.

A Roseto Valfortore non ce l’ha fatta Nicola Apicella anche se ha ottenuto quasi il 17% dei consensi. A Sannicandro Garganico la lista di Socialismo Dauno ha ottenuto 517 voti con una percentuale del 6% e la coalizione di centro, di cui fa parte, per 40 voti, è stata esclusa dal ballottaggio.

ELEZIONI 2013: I NUMERI

Il consigliere regionale Pino Lonigro e il segretario provinciale Michele Cologno mettono in evidenza quindi il buon risultato delle liste civiche sostenute dal Movimento politico e quello della lista di Socialismo Dauno a San Nicandro Garganico, unico comune superiore a 15 mila abitanti. “La gente  ha bisogno di cambiamento, di programmi seri e costruttivi. Il cambiamento – concludono Lonigro e Cologno – deve iniziare dalle piccole realtà come quella dei Comuni. Iniziamo quest’opera per il bene della collettività: Socialismo Dauno sarà presente e parte attiva in questo cambiamento, che attuerà attraverso i suoi rappresentanti eletti nelle varie realtà comunali”.

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento