Presentata ‘CambiaMONTE’, la coalizione a sostegno del candidato sindaco Pierpaolo d’Arienzo

Sedici candidati consiglieri per la candidatura a sindaco di Pierpaolo D’Arienzo. Presente anche l’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese

Piemontese e D'Arienzo, alle spalle i candidati consiglieri

È stata presentata domenica 14 maggio, in Piazza della Libertà, la coalizione “CambiaMONTE” che sostiene Pierpaolo d’Arienzo sindaco alle elezioni amministrative dell’11 giugno nella città di Monte Sant’Angelo. Presente anche l’assessore regionale al bilancio, Raffaele Piemontese: “Monte Sant’Angelo ha bisogno di puntare sul futuro. Votare Pierpaolo d’Arienzo è un’opportunità, significa cambiare in meglio questa città”.

PIERPAOLO D’ARIENZO, candidato sindaco – “Questo per Monte Sant’Angelo è il tempo di cambiare. Che non vuol dire auspicare una città diversa ma rigenerata, cioè generata di nuovo, portata a nuova nascita, restituita a sé stessa e alla comunità. E per farlo non occorre andare lontano, occorre guardare lontano stando ben radicati qui” – ha esordito il candidato sindaco, Pierpaolo d’Arienzo. D’Arienzo ha citato Marcel Proust: “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”. “’CambiaMonte’ – ha aggiunto - vuol dire guardare la città di sempre con nuovi occhi. Dobbiamo offrire una nuova visione a Monte Sant’Angelo: occorre smettere di aspettare che il futuro arrivi e cominciare a costruirlo insieme”.  “Col futuro negli occhi” è il claim scelto dal candidato sindaco d’Arienzo che ha poi tracciato alcuni dei temi portanti del programma di governo: “CambiaMonte parte da qui: dalla legalità, che punterà a rendere il Comune di Monte Sant’Angelo una casa di vetro trasparente, di cui tutti i cittadini potranno vedere gli ingranaggi e il funzionamento; dall’efficienza della macchina amministrativa, che sia razionale nelle risorse e nei costi, e che sia dotata di un ufficio di progettazione permanente, capace di reperire finanziamenti pubblici e privati e di lavorare in concertazione con le imprese del territorio; dalla cultura e dal turismo, intese come risorse economiche e sociali insieme, con un importante progetto di valorizzazione e promozione di tutti i nostri turismi; dai giovani e dalle politiche sociali, che hanno la stessa fame di contenuti e contenitori ottimizzati e ristrutturati; dall’entroterra, perché le nostre radici ci ricordano che siamo una comunità agricola e intorno abbiamo un bosco e una delle più importanti Foreste d’Italia”.

MICHELE FUSILLI, coordinatore coalizione CambiaMONTE – “Questa campagna elettorale è declinata al plurale: siamo. Siamo 17. E siamo convinti che siano gli esseri umani gli attori principali della loro fortuna! Siamo 11 uomini e 6 donne, e se loro sono qui è perché abbiamo immaginato una politica che attribuisce al simbolico femminile un ruolo prezioso in un dibattito politico fondato sulla ri-nascita e sulla cura collettiva della nostra Città. Il più giovane di noi ha 23 anni, e la persona dotata di maggiore esperienza ne ha 66. La nostra età media è di 39 anni e siamo operai, siamo studenti, siamo avvocati, siamo impiegati, siamo insegnanti, siamo funzionari, siamo liberi professionisti, siamo la città con i suoi sogni, con le sue ferite e le sue domande; e il nostro obiettivo è lavorare perchè quei sogni diventino progetti, quelle ferite esperienza preziosa e quelle domande siano il motore del cambiamento”.

CAMBIAMONTE, il logo - Una città che sorride al futuro: questo raccontano le case stilizzate del centro storico, cuore fisico e metaforico di Monte Sant’Angelo, che sembrano sorridere a pieni denti al sole che sorge alle loro spalle. Un sole verde nutrito dalle energie giovani della città, che si tuffano senza timore verso l’altro, verso l’incontro dei colori, come se solo uniti, guidati da una passione comune, fosse possibile mantenere la città in equilibrio sulla montagna sacra. Perché il vero cambiamento nasce dove gli uomini sono capaci d’incontrarsi, dove le energie sane della città camminano insieme.

RAFFAELE PIEMONTESE, assessore regionale al bilancio – “Monte Sant’Angelo ha bisogno di puntare sul futuro. Votare Pierpaolo d’Arienzo è un’opportunità, significa cambiare in meglio questa città. Monte ha l’opportunità di puntare su un candidato sindaco che ha una serie di qualità: giovane età, che significa energia, forza, passione, voglia di costruire un mondo migliore per i nostri figli; passione per la politica, attivo già da quando era adolescente, proprio come me, e questo ti da forza, passione, voglia di studiare, di apprendere, di rendersi conto che la politica è un qualcosa di bello che ha bisogno di qualità e di competenza; Pierpaolo è un candidato sindaco competente e che ha relazioni con il governo regionale, con il parlamento nazionale e con molti amministratori. Tutto questo fa di lui un amministratore completo”.  

CambiaMONTE, i candidati - Libera Armillotta, Mattia Benestare, Antonio Ciociola, Mariligia Ciuffreda, Michele Ciuffreda, Biagio Pio De Nittis, Vittorio De Padova, Maria Luigia De Sio, Antonio Fusilli, Michele Guerra, Rosa Palomba, Matteo Prencipe, Generoso Rignanese, Agnese Rinaldi, Giuseppe Totaro, Giovanni Vergura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento