menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto Ugo Fragassi

Nella foto Ugo Fragassi

Dedda si candida contro il PD, il circolo di Orsara insorge: “Fuori dal partito”

Rocco Dedda, vicesindaco di Orsara di Puglia, si è candidato nella lista del primo cittadino Tommaso Lecce. Ugo Fragassi chiede l’eliminazione dall’anagrafe degli iscritti

Il circolo PD ‘Enrico Berlinguer’ di Orsara di Puglia – per conto del coordinatore del comitato di reggenza Ugo Fragassi, chiede la testa di Rocco Dedda, candidato al Consiglio comunale nella lista a sostegno del sindaco uscente Tommaso Lecce

Si legge nella richiesta formulata alla commissione provinciale di Garanzia PD Capitanata e per conoscenza al segretario provinciale e ai membri della segreteria PD Capitanata: “L’11 giugno p.v. si terranno le elezioni per l’elezione del Sindaco e del Consiglio comunale; - il nostro Circolo ha intrapreso, dal mese di ottobre 2016, dopo le dimissioni del segretario e la nomina di un comitato di reggenza, un percorso democratico per la scelta del candidato Sindaco e delle forze politiche con le quali allearsi, convocando e tenendo una serie di riunioni del coordinamento e diverse assemblee degli iscritti”

E ancora che “l’iscritto Rocco Dedda, che tra l’altro ricopre la carica di vicesindaco, ha da subito messo in discussione la legittimità degli organismi dirigenti del circolo, senza per altro mai farlo nelle sedi deputate, e cioè coordinamento del circolo e assemblea degli iscritti, ma solo ed esclusivamente a mezzo di scritti inviati via posta elettronica”. In poche parole Rocco Dedda avrebbe rifiutato qualsivoglia incontro con il coordinamento e si sarebbe ben guardato dal partecipare alla vita del circolo.

Scrive Ugo Fragassi: “A seguito della perdurante assenza di comunicazione fra l’amministrazione comunale ed il nostro circolo, in palese violazione comma 3 dell’art. 22 dello Statuto del Partito Democratico Nazionale, in data 27 gennaio 2017, il coordinamento del circolo decideva di invitare i nostri rappresentati in amministrazione di consegnare le proprie deleghe al sindaco, come pure si diffidavano i nostri rappresentanti a mettersi in regola con il versamento, ai sensi dello stesso art. 22 dello statuto Nazionale e dell’art. 36 dello Statuto Regionale, dei contributi (15%) dovuti per le indennità percepite, ma il Dedda, come per la nomina del comitato di reggenza, in data 7 febbraio 2017 faceva pervenire una nota, via email, non data e quanto meno sottoscritta, in cui contestava la richiesta di rassegnazione delle deleghe, ma alcun cenno faceva alla richiesta di regolarizzazione dei versamenti di parte delle indennità percepite”.

Evidenzia il dem di Orsara di Puglia: “Rispetto alla richiesta di remissione delle deleghe, l’unico dei 3 nostri consiglieri che provvedeva a farlo, era il sig. Dino Terlizzi, perché come il Dedda, lo stesso capogruppo Mario Simonelli, ignorava l’invito, e pure lui da quel momento, da una partecipazione sporadica passava alla totale assenza di vita di partito; tra l’altro il sig. Rocco Dedda, contestualmente al disertare ogni riunione o iniziativa del di destra politica opposta alla nostra, per la creazione di coalizioni tendenti a dar vita ad una lista civica, non condivisa con il nostro circolo, fino ad approntarne una, insieme al sindaco uscente Tommaso Lecce, lo stesso a cui lui nel corso degli anni 2014 e 2015 aveva diverse volte rassegnato le dimissioni e tentato di sfiduciare”

Nella nota si evidenzia “che non poco ha influito, sulla vita amministrativa del nostro paese e sui rapporti fra amministrazione comunale e nostro circolo, la quasi totale estraneità del vicesindaco, rispetto a decisioni importantissime per le buone sorti della nostra comunità, a causa delle sue numerosissime assenze, il 60% circa, alle riunioni di giunta”

In merito alle elezioni dell’11 giugno – scrive Fragassi - “il nostro Circolo ha dato vita (insieme al movimento politico, di carattere provinciale, “Capitanata Civica”, al movimento locale “Alternativa Vera Orsarese” e alcune espressioni civiche e di altri partiti) a una Lista, in cui il nostro partito compare con il proprio simbolo, con a capo l’avvocato Pierluigi Caraglia, designato, all’unanimità, candidato sindaco dall’assemblea degli iscritti riunitasi il 7 maggio 2017; - l’iscritto Rocco Dedda, disattendendo l’esito della consultazione degli iscritti e le decisioni assunte dal circolo –che lo avrebbe anche voluto candidare alla guida della lista - si è candidato in ‘Coltiviamo il Futuro’ a sostegno del sig. Tommaso Lecce, quindi, in una lista avversa a quella sostenuta dal PD”.

Il circolo di Orsara di Puglia chiede l’esclusione dall’anagrafe degli iscritti del PD del vicesindaco e d darne la più ampia diffusione “per evitare che si possano ingenerare confusioni nell’elettorato del PD di Orsara di Puglia”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento