Tonino Torelli candidato sindaco di “Progetto per Apricena”

Cinquantenne, laureato in Economia e Commercio e funzionario dal 1997 della BPM, Tonino Torelli dirige l'agenzia di Apricena

Tonino Torelli

Il libero movimento cittadino PROGETTO per APRICENA si presenta alle prossime amministrative con una propria lista, per riportare finalmente i cittadini al centro della vita politica locale, fino ad oggi gestita esclusivamente dai partiti.

Dopo un lungo e approfondito confronto, l'assemblea del movimento, che conta sempre più numerosi consensi, ha individuato in Tonino Torelli la persona più idonea a rappresentare la lista, che sarà quasi interamente composta da cittadini che si candidano per la prima volta alle elezioni amministrative.

Cinquantenne, laureato in Economia e Commercio e funzionario dal 1997 della BPM, Tonino Torelli dirige l'agenzia di Apricena.

Il candidato sindaco, insieme a numerosi altri membri del movimento, è stato attivamente impegnato nella battaglia contro il cementificio, che ha visto una grande partecipazione popolare e ha fatto nascere in molti l'esigenza di occuparsi attivamente e in prima persona dei bisogni del proprio territorio.

PROGETTO per APRICENA si propone agli elettori con un programma elaborato da cittadini organizzati in gruppi di lavoro, tenendo conto anche delle esigenze emerse dai questionari distribuiti alla città.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento