Tommaso Pasqua candidato sindaco del centrosinistra ad Apricena

Con il PD ci saranno anche i Comunisti Italiani, l'IdV, il PSI, SeL, UdC e un indipendente di centro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

tommaso pasqua-3E’ arrivato il momento di archiviare la nostra ricca e lunga discussione e di manifestare apertamente alla città le nostre idee e i nostri programmi per il futuro della comunità; un progetto che potremo realizzare solo con il contributo di tutti”.

Con questo appello all’unità Tommaso Pasqua ha concluso il suo intervento dinanzi alla Direzione del Circolo del PD di Apricena che lo ha indicato quale candidato sindaco. A dispetto dei 36 anni, Pasqua è stato consigliere comunale nella precedente consiliatura ed è attualmente assessore alle Politiche sociali e responsabile del dipartimento Lavoro e Welfare nella segreteria provinciale del PD.

Alla riunione hanno partecipato anche l’on. Michele Bordo e il presidente della Direzione provinciale Aldo Ragni.

La nostra città attraversa una fase difficilissima e affronta una crisi strutturale comune all'intero Paese – ha affermato nel suo intervento il sindaco uscente, Vito ZuccarinoTocca a noi il compito di trasmettere alla comunità un progetto di governo fondato sull'impegno civico e sociale diffuso e solidale di una classe dirigente coesa e orientata al futuro; di donne e uomini interpreti di una cultura di governo fondata sull'onesta dei singoli e la comprovata capacita di trasformare le idee in progetti e opere”.

Quindi è stata la volta di Tommaso Pasqua, che ha ringraziato il segretario cittadino Michele Lacci e l’ex sindaco Franco Parisi, che avevano offerto la propria disponibilità a candidarsi, per “aver compreso e condiviso, con grande senso di responsabilità, la necessità di superare le regole della chimica politica e di ritrovare le ragioni dell’unità nelle questioni di merito”.

Mentre la discussione interna al PD procedeva, “abbiamo avviato la costruzione una coalizione salda al suo interno e aperta alla città, con l’obiettivo di attrarre la maggiore quota di consenso”. Ne fanno parte: Comunisti Italiani, Italia dei Valori, Partito Socialista, SeL, UdC e l’indipendente di centro Concetta Pennelli.

Sul fronte programmatico, Pasqua già ieri ha indicato le priorità: “dobbiamo ricostruire la coesione sociale; sostenere gli sforzi dell'imprenditoria sana, con cui avere una relazione trasparente e fondata sulla legalità; valorizzare tutti gli investimenti attivati e le opere realizzate per migliorare la qualità della vita, facilitare la produzione, tutelare il territorio”.

Abbiamo superato le difficoltà riflettendo sulla nostra storia ed ora dobbiamo impegnarci nell'individuazione delle candidature in grado di meglio rappresentare la società apricenese e di valorizzare le capacita politiche e le competenze possedute dai singoli – ha concluso il segretario cittadino Michele Lacci – un lavoro che vorrei fosse il più collettivo e partecipato possibile per offrire a tutti l'opportunità di esprimersi e di partecipare alla crescita del partito e della città”.


 

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento