Articolo Uno sta con Michele Emiliano, verso lista unitaria con 'Senso Civico': mesi frenetici per recuperare su Agricoltura e Sanità

Nota della forza politica, che ha riunito le segreterie provinciali. "Candidature alternative sempre possibili - dichiara Abaterusso- ma non oltre il mese di novembre"

In vista della prossima consultazione elettorale regionale, le Segreterie provinciali pugliesi di Articolo Uno si sono riunite nel pomeriggio di venerdì 18 ottobre a Bari per analizzare la situazione politica, sciogliere alcuni nodi all'interno del tavolo di coalizione del centro-sinistra e indicare la direzione entro la quale dovrà muoversi la Segreteria Regionale nei prossimi mesi.
A presiedere l’assemblea il Coordinatore regionale Ernesto Abaterusso, il quale ha aperto la riunione illustrando la situazione politica regionale allo stato dei fatti ed i colloqui intercorsi con altre formazioni politiche in Regione, in particolare il Movimento "Senso Civico". I presenti hanno approvato la proposta della Segreteria regionale che va nella direzione di costruire una lista che possa poggiare sull'intesa con quest'ultimo movimento, di ispirazione ulivista e aperta a diverse forze politiche del campo progressista. Naturalmente una lista a sostegno del candidato governatore per la Regione Puglia, ovvero Michele Emiliano.

"Articolo Uno da sempre in Consiglio regionale ha sostenuto posizioni politiche e contenuti tradizionalmente progressisti, laburisti e di sinistra, mantenendo comunque fedeltà agli impegni di coalizione presi all'inizio della presente legislatura, senza mai correre il rischio di essere annoverata come forza politica acritica o appiattita su posizioni verticistiche o impositive del Governatore in carica. Detto questo, per noi il governatore Michele Emiliano ha tutto il diritto di avanzare la propria proposta di ricandidatura, fermo restando il fatto che ogni altra proposta alternativa che voglia sottoporsi ai meccanismi democratici all'interno di una coalizione ben definita è del tutto legittima. Sarebbe però incomprensibile un ulteriore dilungamento dei tempi, senza che si fissi una data, e che comprensibilmente non può andare oltre il mese di novembre. Altrimenti non si terrebbe in debita considerazione l'importanza di avere un adeguato periodo di tempo per una campagna elettorale seria ed efficace".
L'assemblea ha anche voluto ribadire la necessità di portare all'attenzione dell'amministrazione regionale, per questi ultimi mesi di governo, e al tavolo di coalizione per impostare i programmi futuri, i due temi più caldi e problematici: Sanità e Agricoltura "per provare a dare il massimo contributo correttivo e a superare criticità sino all'ultimo giorno di governo della Puglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento