Forza Italia, Tarquinio dà il benservito a Mongiello e Potenza: “Sono fuori dal partito”

Tarquinio minimizza la vittoria del centrosinistra e manda a casa quanti non hanno sostenuto il progetto di Landella, schierandosi contro o semplicemente avanzando un’altra proposta

Landella e Tarquinio

Il senatore di Forza Italia, Lucio Rosario Tarquinio, commenta l’esito delle elezioni provinciali che hanno visto Francesco Miglio spuntarla di pochissimo sul candidato del centrodestra e di Forza Italia, Franco Landella: “Chi esulta per il risultato delle elezioni provinciali farebbe bene a leggere con più attenzione i numeri ed i dati. Scoprirà che Forza Italia è stabilmente il primo partito della Capitanata, nonostante l’ossessiva mobilitazione politica e gestionale attivata sul territorio dal segretario regionale del Partito Democratico, Michele Emiliano, e dall’assessore regionale al Bilancio, Leonardo Di Gioia”.

ALLEANZA CENTROSINISTRA. Il sindaco Franco Landella ed il centrodestra hanno sfiorato per un soffio la vittoria contro un’alleanza che vedeva insieme tutto ed il contrario tutto: dagli ex neofascisti di Franco Metta a Cerignola al qualunquismo di Antonio Tutolo a Lucera, passando il Partito Democratico e gli ex esponenti del centrodestra Francesco Damone e Leonardo Di Gioia, trasmigrati disinvoltamente da Raffaele Fitto a Mario Monti a Nichi Vendola, fino ad approdare oggi alla corte di Michele Emiliano.

MIGLIO? Uno schieramento il cui candidato presidente è stato sostenuto dal segretario regionale del partito dal quale solo qualche mese prima era stato espulso. Un candidato contro il quale autorevoli esponenti del Pd hanno promosso un ricorso finalizzato alla sua decadenza da primo cittadino di San Severo. Una specie di maionese impazzita, messa in piedi al solo scopo di ottenere il successo elettorale, ma del tutto incapace di avere una qualche coesione di carattere politico e di governare”.

MA QUALE VITTORIA. È dunque francamente surreale il racconto che i dirigenti del Partito Democratico continuano a veicolare di queste elezioni di secondo livello, cercando maldestramente di intestarsi politicamente una vittoria di cui la segreteria provinciale del Pd è nient’altro che spettatrice più o meno inconsapevole. Siamo ovviamente rammaricati per il risultato finale, ma a differenza di altri abbiamo abbastanza cultura politica per affrontare le battaglie elettorali nel segno della coerenza e per accettare le sconfitte con serenità, senza urlare al complotto e senza delegittimare istituzionalmente i vincitori, pratica pressoché sconosciuta nel centrosinistra”.

FUORI DAL PARTITO. “Al sindaco di Foggia rivolgo il mio grazie per l’impegno e la passione dimostrate in questa campagna elettorale, che confermano il suo essere un punto di riferimento per Forza Italia e la coalizione di centrodestra. A quanti hanno sostenuto e promosso proposte politiche in contrapposizione a quella di Franco Landella comunico che sono ufficialmente e formalmente fuori dal nostro partito. Nessuno potrà impedir loro di votarlo se lo ritengono, ma è bene chiarire una volta per tutte e di fronte alla pubblica opinione che non ne faranno più parte e che non sono autorizzati a parlare in nome ed in rappresentanza di Forza Italia”.

GINO LISA. Al nuovo presidente della Provincia formulo ovviamente i miei auguri di buon lavoro. Lo invito sin d’ora a difendere davvero i diritti della Capitanata, senza svenderli sull’altare degli accordi stipulati alla vigilia del voto di domenica. Su partite strategiche come quella che riguarda il futuro dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, ad esempio, voglio sperare che sia pronto, assieme a noi, a criticare e a stigmatizzare il colpevole disinteresse della Giunta regionale. Diversamente, dovremo prendere atto che a guidare l’Amministrazione provinciale c’è un presidente completamente succube degli interessi di chi è alla guida della Regione Puglia e sordo rispetto alle necessità della provincia di Foggia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento