Cera fa incavolare il leghista Cusmai per quel "classico stile da elefante che entra in una cristalleria"

Elezioni provinciali 2018, Daniele Cusmai (Lega) risponde ad Angelo Cera (UdC) e al suo "obsoleto format politico assolutamente non più rispondente alle mutate coscienze degli Italiani"

Cusmai e Cera

Le dichiarazioni rilasciate a FoggiaToday da Angelo Cera, interpellato in merito alla scelta del candidato del centrodestra alla presidenza della Provincia, non è piaciuta al segretario provinciale della Lega Daniele Cusmai: “Inviterei il Signor Angelo Cera al silenzio e al basso profilo, come quello che ha tenuto la delegazione provinciale di centrodestra finora".

Prosegue l'esponente salviniano, che non lesina qualche frecciatina all'indirizzo dell'ex parlamentare della Repubblica: "Invece, dopo l’affermazione in cui ha detto che il centrodestra senza l’UdC avrebbe perso, forse in ricordo delle scorse elezioni provinciali in cui il suo partito ha sostenuto il centrosinistra; dopo aver ricevuto da Forza Italia l’invito ad entrare nel tavolo provinciale, ambisce a rendersi protagonista con dichiarazioni che poteva tranquillamente mettere a disposizione privatamente delle delegazioni che si sono incontrate e invece ha preferito rilasciarle ai giornalisti con il suo classico stile da elefante che entra in una cristalleria"

Cusmai avverte l'esponente dell'Unione di Centro: "La Lega farà parte di un centrodestra che sia leale, trasparente, coeso, senza sotterfugi e giochetti sottobanco; anche perché non ne facciamo di queste elezioni una questione di vita o morte a differenza di qualcuno. Se ci accorgeremo che non sarà così, prenderemo le dovute distanze. Stiamo cercando di dialogare in maniera serena, ma non sottostaremo minimamente a ricatti e vincoli di chi ci manca di rispetto forse in ossequio ad un obsoleto format politico assolutamente non più rispondente alle mutate coscienze degli Italiani.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La risposta dell'onorevole sammarchese non si è fatta attendere: "Mi si accusa di utilizzare un “obsoleto format politico”!  È curioso che provenga proprio da chi ha utilizzato il solo nome nuovo di un partito per purificarsi dalla provenienza da altri lidi.  La provincia di Foggia è piccola e gli elettori sanno benissimo la storia politica di ognuno.  Io di certo sono nato, cresciuto e forse morirò democristiano. E la mia onestà politica mi è sempre stata riconosciuta dagli elettori"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento