menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Merla mentre accetta e sottoscrive la candidatura

Merla mentre accetta e sottoscrive la candidatura

Merla ufficialmente in campo per la presidenza della Provincia, Pd: "Scelta di coerenza" contro "gli affari di Palazzo"

Depositata anche la candidatura del sindaco di San Marco in Lamis che correrà in quota centrosinistra. Pd contro i civici: "Affermazione chiara e netta dell'identità politica del centrosinistra in Capitanata"

Anche il candidato del centrosinistra, Michele Merla, sindaco di San Marco in Lamis, questa mattina a Palazzo Dogana per depositare la sua candidatura a presidente della Provincia di Foggia. "Scelta di coerenza" l'ha definita il Pd, "maturata all'esito di un approfondito e partecipato confronto che ha coinvolto direttamente sindaci e consiglieri comunali, orientando le proprie scelte alla coerenza politica e non all'opportunismo del momento" scrive il partito oggi in un comunicato ufficiale.

"L'indicazione del sindaco di San Marco in Lamis, centro del Gargano, è essa stessa una scelta politica in direzione della ricerca di un più diretto protagonismo istituzionale delle aree su cui si stanno concentrando gli investimenti destinati a garantire strade più sicure e connessioni più veloci, servizi alla persona innovativi, opportunità di occupazione e sviluppo sostenibili, promozione dei luoghi culturali e della produzione enogastronomica.A Michele Merla è stata riconosciuta, oltre alla competenza amministrativa, la capacità di fare sintesi tra le diverse istanze emerse durante il confronto e di incarnare la coerenza del progetto amministrativo del centrosinistra. La sua scelta, pienamente condivisa dalla dirigenza provinciale del Partito Democratico, esprime, inoltre, l'affermazione chiara e netta dell'identità politica del centrosinistra in Capitanata nei confronti dei cittadini, che pure non sono coinvolti in questa elezione di secondo livello".

Quindi l'affondo contro i civici: "Per parte nostra - scrive il Pd di Capitanata-, avremmo voluto interpretare le elezioni del presidente della Provincia come un'opportunità di consolidamento dell'alleanza che ha governato a Palazzo Dogana negli ultimi 4 anni e che governa in Regione. Opportunità che non è stata colta per esclusiva responsabilità di chi ha scelto di essere parte di una coalizione di centrodestra.

L'auspicio è che nelle settimane che ci separano dal voto emerga pubblicamente e con chiarezza il profilo programmatico delle diverse candidature, per evitare di trasformare l'elezione del presidente della Provincia in un 'affare di palazzo' e per favorire la piena consapevolezza del voto nei consiglieri comunali dei 61 Comuni della Capitanata".

In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento