Provincia, le Destre Unite hanno scelto: “Landella candidato alla Presidenza”

Le Destre Unite: “E’ un personaggio concreto, capace di nutrire stima nei confronti anche degli avversari e di promuovere azioni in sintonia con il comune sentire delle popolazioni di terra di Capitanata”

La Provincia di Foggia

La segreteria regionale di Destre Unite, riunitasi sotto la presidenza del commissario Giuliano Giuliani, ha esaminato la situazione politico-amministrativa, in vista delle elezioni di "secondo livello" per la presidenza della Provincia. All'unanimità è stata espressa piena e convinta adesione alla candidatura del sindaco di Foggia, Franco Landella: “E’ un personaggio concreto, capace di nutrire stima nei confronti anche degli avversari e di promuovere azioni in sintonia con il comune sentire delle popolazioni di terra di Capitanata, che invocano a gran voce una guida preparata ed autorevole, mai astratta o isolata dalla realtà del momento, ma sempre legata all'attualità, assolutamente non disponibile a colpevoli distrazioni”:

Le Destre Unite aggiungono: “Franco Landella non potrà non essere il presidente di tutti perché rappresenta un nuovo e convincente modo di intendere la politica come esclusivo servizio a favore delle comunità amministrate, attraverso il confronto aperto e leale con i rappresentanti del popolo e con quanti, enti o associazioni, si battono per la promozione socio-economica e culturale dell'intera provincia”

A conclusione dei lavori, la segreteria ha invitato tutti i dirigenti alla mobilitazione al fine di assicurare la sostanziale unità politica ed operativa intorno al disegno vasto di crescita del territorio di Foggia e della provincia tutta, possibile e realizzabile con l'insieme di tutte le forze del centrodestra, ma anche con l'auspicabile concorso di quanti vedono, come Destre Unite, e apprezzano in Landella l'uomo del fare.

Sull’elezione del presidente della Provincia si era espresso anche l’on. Franco Di Giuseppe, per il Nuovo Centro Destra: “L’elezione del primo Presidente della Provincia di Foggia dopo la riforma che ha rimodellato le prerogative e le competenze dell’ente e soprattutto modificato le modalità di elezione, rappresenta un momento di profonda riflessione e responsabilità per la classe politica e dirigente locale, chiamata ad una scelta consapevole e soprattutto condivisa, dalle profonde ripercussioni per la vasta comunità interessata.

Per questo il Nuovo Centrodestra ha da settimane avviato incontri con i rappresentanti dei vari territori, dal Gargano al Subappennino, per proseguire con la politica di ascolto e attenzione alle esigenze e alle problematiche sollevate a livello locale e che meritano di avere un’adeguata e degna rappresentanza in ambito istituzionale. E per individuare il migliore candidato possibile, capace di porsi come interlocutore autorevole a ogni livello, di fare sintesi e restituire autorevolezza a un territorio fin troppo bistrattato nel recente passato. Con una convinzione: che il Comune capoluogo di provincia sia chiamato a un ruolo di volano e riferimento, dopo anni di un’azione sconsiderata di smantellamento di pezzi significativi di economia e ridimensionamento generalizzato che hanno penalizzato l’intera provincia.

Adesso è necessario rovesciare le prospettive e invertire la tendenza, ma questo non può e non deve significare l’oblio dei piccoli comuni e di comunità variegate, dal Gargano al Subappennino, al Tavoliere. Un Presidente dalla riconosciuta legittimità e dalla marcata personalità può e deve essere il Presidente di tutti, senza pregiudizi e preclusioni, senza classifiche di sorta: la provincia di Foggia ha bisogno di fare Sistema, anche e soprattutto per rivendicare la propria presenza in Puglia, in Italia e nell’Europa, e una regia oculata e dall’ampia visione non sarà certo alternativa e penalizzante per chi non può contare su uguale visibilità. In una circostanza così delicata e importante, il ruolo dei partiti è fondamentale, nella capacità di mediazione e analisi, e nella convergenza su decisioni nell’interesse dei territori. Iniziative estemporanee e fuorvianti non possono certo metterlo in secondo piano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento