Pasticcio nel centrodestra lucerino, il candidato dura pochi giorni. Consalvo: "Vado via, vince vecchia politica"

Il candidato per pochi giorni di Forza Italia e Lega, sostenuto da altri movimenti, sconfessato e costretto al passo indietro. Tornano a salire le quotazioni del fittiano Mario Follieri

"Alla luce degli ultimi eventi e considerato che è in atto un tentativo di delegittimazione degli accordi pre-elettorali sottoscritti tra movimenti e partiti del centrodestra lucerino, mi vedo costretto a comunicare la mia indisponibilità ad accettare la candidatura a sindaco della nostra splendida ed amata città". Così Michele Consalvo, candidato per pochi giorni di alcuni partiti di centrodestra (tra cui Forza Italia e Lega), fa un passo indietro. Con un durissimo j'accuse.

"Ha vinto la politica, quella con la p minuscola, quella dei sotterfugi e delle intimidazioni. La mia è una decisione non perché abbia perso il confronto elettorale ma perché non sono stato in grado di sconfiggere le logiche partitiche e soprattutto perché non sono stato in grado di convincere i lucerini che l'autodeterminazione è la sola via di fuga e di rinascita della città. Prevalgono gli interessi personali ma soprattutto prevale ancora la logica della sottomissione.

Volevamo alzare la testa, da lucerini, e ce l'hanno impedito. Volevamo dare ai partiti un impulso di novità, quel rinnovamento che avrebbe permesso alla Politica, quella con la P maiuscola, di riappropriarsi del proprio ruolo nell'interesse della collettività e non delle aspirazioni dei singoli.

Faccio un passo indietro nella speranza che i lucerini sappiano essere lungimiranti. Ringrazio tutti gli amici della coalizione che hanno sottoscritto un impegno morale prima che programmatico, un patto d'onore che invece alcuni non sono stati in grado di mantenere.

Di fronte ad un centrodestra diviso e divisivo c'era un barlume di unità di intenti: l'hanno spento. Ringrazio soprattutto gli amici che, per mantenere fede all'impegno preso, ne stanno pagando le conseguenze. Ma vi dico che non abbandono l'impegno per la città ed il gruppo di movimenti e partiti che mi hanno sostenuto avranno il mio totale e incondizionato appoggio: loro hanno avuto fiducia in me e io saprò ricambiare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento