Il centrodestra foggiano ripiomba nel caos: la Lega vuole primarie ovunque, l'Udc abbandona. 'Basta diktat'

Salta la coesione tanto rincorsa con i gazebo di Foggia. Raffaele Di Mauro possibilista su altri comuni ma irremovibile su San Severo: "Nostro candidato è Rosa Caposiena"

Salta la coesione nel centrodestra. Ad abbandonare il tavolo, “ora e per sempre” dichiara a Foggiatoday Napoleone Cera, è l’UDC provinciale. L’incontro politico dedicato ieri agli altri Comuni che vanno al voto (San Severo, Lucera, San Giovanni Rotondo, etc) si è concluso con una spaccatura pare irrimediabile con i Popolari. Ad accendere la miccia la Lega, al tavolo col delegato di Caroppo Antonio Potenza, che avrebbe chiesto primarie in tutti i comuni, sulla scia di quanto avvenuto a Foggia. Ci sarebbe anche una data possibile: il 24 marzo. Una proposta che, se da un lato avrebbe incontrato la parziale disponibilità di Forza Italia, ha scatenato le ire dell’Udc, per la quale Foggia è un unicum, altrove si va con accordi politici.

"Adesso basta! Dei diktat e dell’arroganza della Lega non sappiamo che farcene. Le percentuali delle primarie della città di Foggia hanno dimostrato che nel centrodestra non ci sono né capi né capetti. Chi ritiene di potersi riciclare con un simbolo che in questo momento va per la maggiore per potersi confondere con il nuovo, sbaglia di grosso” scrive oggi Cera in una nota. 

La scelta delle primarie ha riguardato la città di Foggia, non erano in discussione le altre città interessate dal voto di maggio. Se questa è la strategia della Lega per piazzare i propri uomini in vista anche di future competizioni elettorali, l’Udc di Capitanata non ci sta. Ecco perché abbiamo abbandonato il tavolo del centrodestra provinciale. L’invito che rivolgo agli amici di Forza Italia, con i quali siamo federati a livello nazionale, è quello di non farsi sopraffare dalle manie di grandezza della Lega”.

Abbandono politico del tavolo, conferma oggi a Foggiatoday Napoleone Cera, che mette in discussione anche Foggia città: via dal centrodestra anche nel capoluogo, dopo le primarie? “Non lo sappiamo ancora. Dipenderà da come si comporta Forza Italia. Non è possibile subire questa arroganza, ogni volta mostrata da una persona diversa, perché qui non c’è neanche un interlocutore salviniano preciso, ogni volta cambia”.

All’esito del tavolo provinciale di ieri Raffaele Di Mauro era stato a Foggiatoday ad un tempo irremovibile e possibilista: irremovibile sulla candidatura di Rosa Caposiena a San Severo (“lì non esisteranno primarie, il nostro candidato è quello”), possibilista su Lucera e San Giovanni Rotondo. (Gli altri centri più piccoli, quelli senza ballottaggio, sarebbero fuori da questi ragionamenti).

Cosa accadrà ora? L’Udc aveva già chiesto il vicesindaco a Forza Italia a San Severo. Ma non è un mistero che ha giocato anche su altri tavoli. Se questa sarà la miccia per rompere tutto (anche nel capoluogo) saranno le prossime ore a dirlo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento