Il PD di Capitanata al settimo cielo, funziona l'alleanza con il M5S e la rete dei sindaci: "Sono stati premiati i candidati migliori"

Bilancio più che positivo per i leader del Partito Democratico della provincia di Foggia. Le affermazioni di Merla e Vocale sono il fiore all'occhiello

"È andata benissimo": il Pd di Capitanata è al settimo cielo. La segretaria provinciale Lia Azzarone e il vice presidente della Regione Puglia Raffaele Piemontese mostrano un sorriso a 32 denti. "Siamo contentissimi".

La conferma di Michele Merla a San Marco in Lamis "con un ampio margine", la vittoria al primo turno di Matteo Vocale a San Nicandro Garganico e l'impresa di Francesco Bonito a Cerignola che agguanta il ballottaggio sono le tre principali stellette che si appunta il PD della provincia di Foggia, che sui palchi ha trascinato il 'partito' dei sindaci dei comuni che si sentono "legati al destino amministrativo delle altre comunità".

Ha funzionato l'accordo Pd-M5S a San Nicandro Garganico e Cerignola.

Ma il Pd può piazzare bandierine anche a Vieste, dove Giuseppe Nobiletti ha ricevuto "forte e chiaro" il segnale che voleva dalla città dopo aver piazzato una lista civetta, Ascoli Satriano dove Vincenzo Sarcone sbanca con una vittoria schiacciante, Casalnuovo Monterotaro che ha scelto la continuità con Pasquale Codianni, erede dell'uscente Pasquale De Vita.

Perde la partita a Lesina, rimasta feudo della Lega, e a Celenza Valfortore dove il ritorno di Francesco Santoro non ha convinto l'elettorato.

Video popolari

Il PD di Capitanata al settimo cielo, funziona l'alleanza con il M5S e la rete dei sindaci: "Sono stati premiati i candidati migliori"

FoggiaToday è in caricamento