rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Elezioni comunali 2021 Zapponeta

Le redini del Comune di Zapponeta in mano ai giovanissimi: tutti 'enta' nella squadra di Riontino

Varata la nuova Giunta e affidate le deleghe consiliari. Il vice sindaco è Nicola La Macchia e ha 30 anni, l'assessore all'Urbanistica, Francesco De Feo, ne ha 24

Segni particolari: giovanissimi. È una squadra di 'enta' quella varata a Zapponeta dopo le elezioni comunali del 3 e 4 ottobre da Vincenzo Riontino, entrato di diritto tra i sindaci più giovani d'Italia.

Il suo vice è Nicola La Macchia, 30 anni, l'assessore all'Urbanistica, Francesco De Feo, ha 24 anni appena. Il nuovo assessore ai Lavori Pubblici è Matteo Capocchiano, Isabella Mastropasqua è assessore ai Servizi Sociali, Nicola De Martino è consigliere delegato a Bilancio, Turismo e Sport, al consigliere Nicola Di Tommaso sono state assegnate le deleghe all'Ambiente e alla Sicurezza Urbana, Michele La Macchia, è consigliere con delega all'Agricoltura, mentre la presidenza del Consiglio comunale è stata affidata ad una donna, Concetta De Feo.

"Abbiamo il dovere di dare tanto alla nostra terra e sono fiero, e mi sento fortunato, di avere al mio fianco una squadra giovane con una media sotto i trent’anni, ma sicuramente preparata, determinata e con tanta voglia di lavorare e dare il massimo per la terra dove sono nati”, ha detto il sindaco Vincenzo Riontino presentando i componenti della Giunta e i consiglieri con delega.

Rileggendo i dati dell'affluenza e i risultati, a mente fredda, il successore di Vincenzo D'Aloisio del quale era stato vice, si compiace: "Abbiamo fatto qualcosa di straordinario". Sono andati a votare 2.176 elettori su 2.526.

“Diventare sindaco della propria città credo sia il sogno più grande e più bello per chi decide sin da piccolo di dedicare la sua vita agli altri, perché questo è il senso della politica, e diventarlo a 32 anni è un qualcosa che non si può spiegare. Sento forte la responsabilità che mi è stata affidata, non solo perché abbiamo vinto le elezioni con il 92%, ma perché a deciderle è stato quasi il 90 % degli elettori, con il dato dell’affluenza più alto in Italia. Dunque, un risultato pieno. Un record assoluto".

È già tempo di rimboccarsi le maniche e, a parte la parentesi elettorale, in virtù della 'continuità', non si sono mai fermati. “Ci aspetta il periodo più importante della storia recente del nostro paese. Per questo, siamo già a lavoro da mesi per farci trovare pronti a cogliere le sfide sia della nuova Programmazione Regionale sui fondi europei che del Pnrr - afferma il sindaco Riontino - Nel frattempo, oltre a continuare la riqualificazione urbana del nostro territorio, affronteremo con determinazione il disagio abitativo e le problematiche legate allo sviluppo della nostra terra attivando tutte le procedure per dotare il nostro Comune di un nuovo Piano Urbanistico che permetta e si renda attrattivo per nuove iniziative imprenditoriali ed artigianali, e agevoli l’insediamento di strutture ricettivo-turistiche sul fronte mare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le redini del Comune di Zapponeta in mano ai giovanissimi: tutti 'enta' nella squadra di Riontino

FoggiaToday è in caricamento