Elezioni comunali 2021 Sant'Agata di Puglia

Nella loggia delle Puglie campagna elettorale spietata fino all'ultimo colpo: a Sant'Agata resa dei conti finale nell'ex maggioranza alle urne

La lista del sindaco sfiduciato Lasalvia, ora candidato consigliere, capeggiata da Pietro Bove, deve vedersela con l'ex vice Del Vento. Dal punto di vista programmatico, per tutti la sfida dell'occupazione è al primo posto

A Sant'Agata di Puglia si sparano le ultime cartucce di una campagna elettorale al veleno, caratterizzata da una vivace dialettica politica, con un reciproco scambio di invettive e accuse, inclusi pinocchi e burattinai che volano nelle rispettive piazze.

Non poteva essere altrimenti, considerati gli strascichi della prematura fine dell'amministrazione Lasalvia. La consultazione del 3 e 4 ottobre nella loggia delle Puglie appare come la resa dei conti finale, alle urne, nella vecchia maggioranza.

A dicembre del 2020, sette consiglieri su dieci hanno rassegnato le dimissioni e, dopo meno di due anni, 19 mesi per la precisione, l'esperienza amministrativa del gruppo Sant'Agata nel 2000 si è conclusa anzitempo. Da gennaio, la gestione del Comune è affidata al commissario prefettizio Caterina De Mutiis.

L'ex sindaco Nicola Lasalvia, che prima di indossare la fascia tricolore aveva passato cinque anni all'opposizione, questa volta è candidato consigliere. Il capolista è Pietro Bove, 60 anni, dipendente comunale (ora in aspettativa per le elezioni), candidato per la prima volta. "Il cuore dell'azione amministrativa saranno i nostri giovani e la creazione di nuova occupazione", ha promesso a più riprese Pietro Bove. "Stimolare e cercare di attrarre verso il nostro territorio nuova imprenditoria sarà il fulcro dell'azione amministrativa di Sant'Agata nel 2000". L'hashtag è "ragazzi restate a Sant'Agata". Il candidato sindaco è stato da sempre impegnato per la tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale.

Bove ha chiamato il programma politico amministrativo "il Rinascimento santagatese". Il gruppo politico locale Sant'Agata nel 2000 quest'anno ha compiuto 25 anni di storia. Ha amministrato dal 1999 al 2014 e poi da maggio 2019 a dicembre 2020. Ha recuperato alla sua causa anche un'ex consigliera di opposizione, Marianna Maruotti, tornata "dove comunque era nata politicamente".

Dall'altra parte c'è l'ex vice sindaco, Andrea Del Vento, farmacista e imprenditore nel campo medico di 42 anni. Alle passate elezioni comunali era risultato il primo degli eletti. Ora è il capolista di Sant'Agata Unita che sente "il rumore Del Vento che si alza sempre di più". La lista è la sintesi di tre forze politiche che hanno scelto di superare alcune divergenze per il bene del paese: il movimento CambiaMenti, Partito Democratico e SìAmo Sant'Agata. "Fino a due anni fa erano avversari politici", ha ricordato il candidato sindaco. La sua è una "scelta di amore e di servizio, dettata dalla volontà di ridare vita ad un paese in totale decadenza".

Nella stessa lista si ripresentano due ex consiglieri di maggioranza, Loredana Maruotti e Maria Antonietta Ciciretti, che hanno contribuito a mettere fine alla passata consiliatura insieme ai consiglieri del movimento CambiaMenti. Del Vento è stato il collante del nuovo soggetto politico. Promette di "garantire tutti i servizi primari ad oggi non funzionanti" in paese: "Ripartiremo dalla riorganizzazione della casa comunale, rendendola efficiente in tutti gli uffici". La priorità della squadra è creare opportunità di lavoro e sostenere gli imprenditori. Il fronte più importante è quello dell'occupazione.

"Siamo qui per costruire un nuovo ideale di cittadinanza", ha detto Del Vento. Il primo successo è l'unità: "Giovani, persone di esperienza, culture diverse che convergono in questa coalizione pacifica e solidale che il paese aspettava da decenni". La pace sociale è "il punto di partenza per la vera crescita: più idee e più confronto".

I due candidati sindaci se ne sono dette di tutti i colori: Del Vento accusa l'avversario di essere stato sempre un 'sindaco ombra' e Bove lo accusa, a sua volta, di essere un 'candidato sindaco a forza'. La pace sociale, dopo un duello del genere, è certamente auspicabile.

I candidati alla carica di consigliere della lista Sant'Agata nel 2000 (candidato sindaco Pietro Bove) sono Maria Maruotti (detta Marianna); Raffaele Giuoco; Massimo Capano; Nicola Lasalvia; Alessandro Russo; Walter Lanzellotti; Gerardo Rauseo; Antonietta Russo (detta Antonella); Diego Lucio Pagliarulo; Antonio Carrillo.

I candidati di Sant'Agata Unita per Andrea Del Vento sindaco sono Francesco Barbato; Maria Antonietta Ciciretti; Francesco Cringoli; Gaetano Gerardo Danza; Claudio Del Grande; Giusi Di Giorgio; Angelo Lavilla; Marco Locurcio; Loredana Maruotti; Luciano Palumbo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella loggia delle Puglie campagna elettorale spietata fino all'ultimo colpo: a Sant'Agata resa dei conti finale nell'ex maggioranza alle urne

FoggiaToday è in caricamento