Ecotassa, Rizzi e Sciagura ‘bacchettano’ Morese: “Non vuole vedere la realtà. Ecco i nostri dubbi"

Nuova replica dei consiglieri di minoranza rivolta all'assessore all'Ambiente: "Ribadiamo quanto affermato: sotto l'albero di Natale illuminato di piazza Cavour c'è il regalo dell'eco tassa e di futuri aumenti per lo smaltimento dei rifiuti a causa di una discarica in rapido esaurimento"

Sull’ecotassa, rifiuti ed ex discarica Agecos è ormai una sfida a colpi di dichiarazioni che vede contrapposti i consiglieri Rizzi, Sciagura e Giorgio Cislaghi del Circolo Che Guevara da una parte, e l’assessore all’ambiente Morese dall’altra.

Dopo la replica di quest’ultimo, nella quale ribatteva punto su punto alle critiche dei consiglieri comunali accusandosi di avere “la memoria corta”, è arrivato il nuovo affondo.

“Possiamo capire la stanchezza dell’Assessore Morese gravato da molteplici incombenze, ma non possiamo esimerci dal ricordagli la triste realtà che lui non vuol vedere, o non riesce a vedere”, dichiarano i consiglieri di minoranza, che sull’Ecotassa precisano: “L’Assessore non ha letto la determina n° 391 del 7 dicembre 2016 a firma del dirigente Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia pubblicata sul BURP n° 144/2016, perché a pagina 58223 potrebbe avere lumi sugli obbiettivi da conseguire per evitare l’eco tassa mentre a pagina 58225 troverebbe la certificazione, su dati forniti dal Comune di Foggia, del mancato raggiungimento di qualsiasi indicatore che possa, se non evitare, almeno ridurre l’importo di € 25,82 per tonnellata smaltita in discarica. Lo scorso anno la RD non era aumentata del 5% sull’anno precedente (6,95% 2014; 9,81% 2015 fonte il portale Ambientale di regione Puglia) e l’eco tassa non era al massimo perché almeno si erano conseguiti obbiettivi di qualità della raccolta. Quest’anno neanche quelli sono stati conseguiti”.

“Allo stato attuale questa è la situazione con l’eco tassa a €25,82, se poi regione Puglia intenderà non applicare la normativa oggi non è dato saperlo a meno che non si possieda una sfera di cristallo. L’Assessore poi non spiega chi dovrebbe pagare l’eco tassa perché il Contratto di Servizio in essere con AMIU Puglia è ben chiaro: art. 1 punto 3 “… con esclusione di oneri per lo smaltimento e contributo regionale (c.d. ecotassa)…”. Se le famiglie non pagano lo smaltimento e l’eco tassa chi lo paga? Babbo Natale? Forse l’Assessore ha dimenticato che il costo del servizio per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti è totalmente a carico dei contribuenti”.

Leggi anche: Differenziata al 16,12%, Foggia si becca di nuovo il massimo dell'ecotassa

Sulla discarica ex Agecos chiedono chiarimenti: “L’Assessore può chiarire come siano lievitate le spese a quasi 2 milioni senza che si sia smaltito un solo grammo di rifiuti? Può chiarire come l’intervento sarà sempre a costo zero se non sarà concessa l’autorizzazione all’aumento dei volumi della discarica comunale?

A proposito del Centro Comunale di Raccolta rifiuti differenziati, i due consiglieri di minoranza rifiutano “la barzelletta delle responsabilità di chi ci ha preceduto”. “L’Assessore dimentica che è stato il suo Servizio Ambiente a recuperare il progetto, metterlo a gara e curarne la realizzazione. Dimentica anche che i problemi di “viabilità” legati alla localizzazione del sito erano ben noti perché la zona, di proprietà comunale, non aveva una strada per raggiungerla. Era troppo difficile pensarci per tempo e realizzare una struttura fruibile da subito? Quando i foggiani potranno usarla, sempreché AMIU Puglia la prenda in gestione?”.

Nei punti affrontati da Rizzi, Sciagura e Cislaghi c’è anche quello delle discariche incontrollate: “Per facilitare il compito all’Assessore riportiamo un breve sunto del contratto in essere con AMIU Puglia. Oggetto del Contratto: art. 13) la pulizia dei suoli di proprietà comunale con rimozione dei rifiuti urbani abusivamente abbandonati …; art 23) la raccolta dei materiali pericolosi, dei materiali inerti abbandonati sul suolo pubblico derivanti da demolizioni e costruzioni …; art. 26) la rimozione dei rifiuti abbandonati e la pulizia delle aree di scarico abusivo. Ci può dire l’Assessore quando farà togliere i cumuli di rifiuti dalle piazzole di sosta sulla tangenziale? Quando farà rimuovere i materiali inerti derivanti da demolizioni dal rione Ordona lavello e dai tratturi? Per quanto riguarda la pulizia della città, l’Assessore può dirci con quale frequenza sono fatti i controlli in contradditorio con AMIU e consegnarci copia dei report? Quando la città sarà dotata di cassonetti che non siano dei rottami? Quando farà una seria campagna d’informazione su come fare un minimo di raccolta differenziata anche con questo servizio non ottimale?”

Chiusura sul contratto di servizio che stando a quanto dichiarato da Morese sarebbe pronto per essere siglato: “Assessore può comunicarci una data certa per la firma del contratto. Ribadiamo quanto affermato: sotto l’albero di Natale illuminato di piazza Cavour c’è il regalo dell’eco tassa e di futuri aumenti per lo smaltimento dei rifiuti a causa di una discarica in rapido esaurimento”.

Potrebbe interessarti

  • Zanzare: perché pungono solo alcune persone

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • Le app beauty da avere sullo smartphone

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Incidente mortale a Foggia, scontro tra un'auto e un motorino: la vittima ha 15 anni

  • Foggia sotto shock, immenso dolore per la morte di Gianluca: "Dio dacci la forza". La prof. "Come lui davvero pochi"

  • Maxi concorso per infermieri, come per gli Oss a Foggia: 1000 i posti disponibili in Puglia

  • Frontale auto-moto nei pressi del Comune, la due-ruote scivola e investe due persone: tre feriti

  • Roberta non è morta strangolata: i funerali forse venerdì, a San Severo sarà lutto cittadino

Torna su
FoggiaToday è in caricamento