Dimissioni consiglieri a Zapponeta, le parole dell’ex sindaco Domenico Rizzi

"La ritengo un’esperienza positiva sia in termini politici che umani"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

ZAPPONETA, DOMENICO RIZZI - "Si comunica che in data odierna quattro consiglieri della maggioranza più quattro consiglieri di opposizione – rassegnando le proprie dimissioni irrevocabili - hanno messo termine alla mia esperienza di governo in qualità di Sindaco del Comune di Zapponeta.

Intendo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile (e condiviso) questo nostro percorso politico amministrativo che ha avuto il coraggio di partire da prospettive alternative eppur vincenti (come dimostrano ampiamente i risultati raggiunti in pochissimi mesi) ed, in particolare il mio più profondo apprezzamento va agli assessori Giuseppe Bonito (Assessore al Turismo) e Leonardo Di Noia (Assessore ai Lavori pubblici) ed ai consiglieri Eleonora Merlicco (delega alle attività culturali ed istruzione) e Michele Proce (delegato all’agricoltura) che sono stati quelli che più di tutti mi sono stati al fianco durante il difficile cammino di risanamento della città sotto l’egida della Legalità, della partecipazione democratica e della Giustizia sociale.

Non intendo mancare, inoltre, di esprimere la mia più profonda gratitudine a tutti i collaboratori del Comune del I, II e III Settore (Servizio Anagrafe, Relazioni con il pubblico, S.U.E., Servizio Tributi, Economato etc.) che, pur nella loro esiguità a causa della carenza di risorse dell’Ente, con la propria  professionalità e competenza hanno consentito il funzionamento di una macchina amministrativa che si è trovata ad affrontare (soprattutto per come era stata malamente gestita in passato) innumerevoli problematiche e, con la propria abnegazione, hanno reso possibile una vera e propria rinascita dell’ente comunale.  

Dopo sedici mesi in cui ho cercato, in qualità di Sindaco, insieme ai miei concittadini ed alla giunta, di creare i presupposti per un rinnovamento sociale, economico e culturale di questa terra e di questa gente così offese e danneggiate dal cinismo, dal disinteresse, dall’arroganza della decennale gestione politica di destra e di sinistra; dopo più di un anno in cui - impegnandoci al massimo - siamo riusciti a condurci fuori dalla condizione di Comune strutturalmente deficitario, questa fine prematura del nostro governo cittadino è conseguenza diretta della mancata comprensione, da parte di alcuni Assessori e Consiglieri, della necessità di attuare le linee politiche del programma di mandato (condiviso da tutti in sede di patto elettorale), finalizzate ad amministrare il Comune in base alla salvaguardia dei principi di correttezza amministrativa e degli equilibri di bilancio.

La mia esperienza di Sindaco, pertanto, termina qui. E, nonostante tutto, la ritengo senza dubbio una esperienza positiva sia in termini politici (poiché in questi sedici mesi siamo riusciti a dimostrare come può ben governare una coalizione di Centro Sinistra) che, soprattutto, umani.

Ringrazio, infine, i tantissimi cittadini che ci hanno sempre sostenuto. Ritengo che la rinnovata speranza in un futuro migliore che siamo riusciti a dar loro sia la più soddisfacente dimostrazione di quel che può significare – per lo sviluppo della comunità - una amministrazione gestita correttamente e funzionalmente, nella consapevolezza che l’azione politica che ci ha fin qui caratterizzato abbia lasciato semi che non aspettano altro se non germogliare."

           

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento