Farina accusa: "Il Comune prende meriti altrui, i lavori furono appaltati prima"

Per il portavoce di Fratelli d'Italia, manca il garbo istituzionale, la serietà e la coerenza personale: "La mirabile opera dei nuovi amministratori è consistita nella consegna materiale dei lavori e nel decantare la cosa come propria”

Immagine di repertorio

“Un'amministrazione che si prende gioco dei propri amministrati non è degna di questo nome”. Pesante lo sfogo di Domenico Farina, portavoce provinciale di Fratelli d'Italia, che commenta i lavori stradali partiti oggi a Cerignola. L'amministrazione comunale di Cerignola ha annunciato, con grande enfasi, la partenza di alcuni lavori di manutenzione stradale del centro cittadino, arrogandosi il merito di intervenire molto velocemente per la soluzione di atavici problemi urbani.

“Peccato che così non sia”, spiega Farina. “Quei lavori sono stati progettati, deliberati e appaltati, dopo regolare gara, dall'amministrazione uscente. Basterà leggere velocemente le determine dirigenziali del maggio 2015, per rendersi conto di chi, come e quando ha progettato e appaltato quei lavori. La mirabile opera dei nuovi amministratori è consistita soltanto nella consegna materiale dei lavori e nel decantare la cosa come propria”.

"È triste vedere un'amministrazione che, per accreditarsi in città, si appropria di lavori della precedente amministrazione, facendoli passare per propri, così non raccontando tutto ai cittadini. È sconfortante pensare che, pur di apparire effervescente e stupefacente, la nuova amministrazione non avverta la necessità di raccontare la verità e, soprattutto, non abbia l'onestà intellettuale di dare atto che alcune cose sono state fatte dai precedenti amministratori”, continua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il portavoce di Fratelli d’Italia, è mancato il garbo istituzionale, la serietà e la coerenza personale che avrebbe dovuto indurre, anche in un'ottica di continuità amministrativa, a “dare a Cesare quel che è di Cesare". La stessa cosa è a dirsi dei tanto decantati lavori di sistemazione del marciapiede in zona corso Gramsci, con realizzazione di nuove rampe per disabili. "Dispiace dover constatare - conclude Farina - che gli effetti speciali dell'amministrazione del cambiamento al momento siano questi, come dispiace constatare che allo stato la demagogia è l'effetto speciale più visibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento