Presto 60 nuovi cestini portarifiuti con posacenere in città: "Vietato sporcare"

L'istallazione dei nuovi arredi urbani a partire da lunedì 4 aprile. Morese: "Abbiatene cura: non può esserci nessun intervento in materia ambientale efficace senza l'applicazione del principio di tutela del bene pubblico"

I cestini portarifiuti/posacenere

Partirà nella giornata di lunedì, 4 aprile, la distribuzione di 60 cestini portarifiuti muniti di posacenere disposta dall’assessorato comunale all’Ambiente, in collaborazione con Amiu Puglia SpA.

In particolare, le zone della città che saranno interessate dalla dotazione dei cestini – che verranno collocati soprattutto nei pressi dei bar – sono quelle di piazza San Francesco, piazza Maria Grazia Barone, corso Vittorio Emanuele, corso Giannone, via della Repubblica, via Onorato, corso Garibaldi, piazza Cesare Battisti, corso Roma, piazza Marconi, via Vittime Civili.

“Si tratta di modelli moderni, che abbiamo voluto soprattutto al fine di contrastare la dilagante cattiva abitudine di molti fumatori di lasciare a terra la cicca delle sigarette dopo aver fumato – spiega l’assessore comunale all’Ambiente, Francesco Morese –. Soprattutto nelle zone centrali questo fenomeno è particolarmente diffuso, con la conseguenza da un lato di violare una precisa disposizione di legge e dall’altro di rendere più sporca la città”.

“Parliamo di un intervento solo apparentemente di portata ridotta, mentre in realtà è utile ad innescare un cambio di mentalità tra i fumatori nell’ottica del rispetto dell’ambiente – aggiunge Morese –. Da questo punto di vista contiamo molto sul fatto che questi nuovi cestini non siano soltanto un accessorio di arredamento urbano, ma siano utilizzati dai cittadini, ai quali prestissimo metteremo gratuitamente a disposizione anche un congruo numero di posaceneri tascabili, alcuni realizzati direttamente dal Comune di Foggia attraverso la formula delle sponsorizzazioni ed un’altra parte acquistata direttamente da Amiu Puglia SpA”.

Conclude quindi l’assessore comunale all’Ambiente: “L’appello che rivolgiamo alla nostra comunità, come sempre, è quello ad avere rispetto dei nuovi cestini, senza vandalizzarli come è purtroppo è accaduto nel passato. Non può esserci infatti nessun intervento in materia ambientale realmente efficace senza l’applicazione scrupolosa del principio di difesa e tutela del bene pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento