Dissesto finanziario, ora il PD sammarchese vuole la testa di Cera: “Dimettiti!”

Il Partito Democratico di San Marco in Lamis si dice contrario al dissesto finanziario e chiede le dimissioni del sindaco Angelo Cera

Palazzo Badiale

Il Partito Democratico di San Marco in Lamis ribadisce il suo “no” al dissesto finanziario e chiede la testa dell’on. Angelo Cera dopo “circa cinque anni di malgoverno”. “Il sindaco Cera e i soliti noti del “cerchio magico”, non sono riusciti a risolvere alcun problema della situazione finanziaria del Comune. Anzi, lor signori, hanno aumentato ed aggravato i problemi” la dura accusa dei democratici sammarchesi.

Rivela il PD locale: “Ecco cosa scriveva la Corte dei Conti nella delibera n. 154 del 2014, sulla base delle notizie fornite dalla stessa Amministrazione comunale: “la quota che alla data di redazione del piano (di rientro) era necessaria per evitare il dissesto ammontava, quindi, ad euro 7.247.038; alla data del 15 maggio 2014 tale cifra è ascesa ad euro 11.361.186. La situazione dell’Ente, quindi, appare in netto peggioramento”.

Pertanto, “di fronte alla confusione e ai tanti numeri dati sui conti del Comune”, per i democratici “l’attuale Consiglio comunale non è più in grado di redigere un credibile piano di risanamento”. E incalzano: “l’unico tentativo serio per evitare la dichiarazione di dissesto finanziario può derivare dalle dimissioni del sindaco e dalla conseguente nomina di un commissario straordinario, quale soggetto imparziale, che faccia piena luce sui conti del Comune e che adotti idonei provvedimenti per rimettere sulla strada del risanamento Palazzo Badiale”.

Concludono gli esponenti del Partito Democratico di San Marco in Lamis: “Il Consiglio comunale, convocato per lunedì 20 luglio, può essere la sede opportuna in cui il Sindaco, per senso di responsabilità e per il bene di San Marco, prenda atto, con umiltà, del suo fallimento e rassegni le proprie dimissioni”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento