"Pronto a collaborare col sindaco per mettere in luce gli errori delle precedenti amministrazioni"

Interrogazione a risposta scritta dell'esponente del Partito Democratico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Sono pronto a collaborare con Miglio al quale chiedo di mettere a disposizione tutti i documenti dai quali risultano le responsabilità delle precedenti amministrazioni". Così Dino Marino, in merito al l'intervista rilasciata da Francesco Miglio a "Teleradioerre". Marino chiede inoltre al sindaco "di valutare se esistano le condizioni per inoltrare questi documenti alla Procura". Di seguito il testo dell'interrogazione dell'esponente Pd, area "Azione Pd":

Interrogazione a risposta scritta | Il sottoscritto consigliere comunale avendo appreso già in passato, e ultimamente dall'intervista rilasciata dal sindaco, Francesco Miglio, in data 12/042016, nel programma "Focus" dell'emittente "teleradioerre", che lo stesso è in possesso di documentazione dalla quale si evincono le responsabilità dei vecchi amministratori su molte scelte amministrative i cui effetti - a parere dello stesso sindaco - non possono ricadere sull'attuale compagine amministrativa e sui cittadini.

Premesso che | Il sottoscritto si dichiara d'accordo con il primo cittadino nel ricercare la legittimità politica, amministrativa e giudiziaria di ogni scelta di governo, per affermare la verità e per mettere tutto il consiglio comunale nelle condizioni di conoscere gli atti, che hanno permesso allo stesso Sindaco di affermare di "aver trovato lo sfascio al suo insediamento".

Considerato che | 1) il Sindaco ha parlato del risveglio di vecchi tromboni, tra questi a me sembra che ci sia anche chi non ha mai smesso di suonare e che risulta essere il mentore della maggioranza che governa San Severo, tanto che non è dato sapere a che titolo attualmente il sig. Francesco Damone, presunto burattinaio della nascita della passata amministrazione comunale e dell'attuale, organizza incontri con i dirigenti e con cittadini presso Palazzo Celestini;

2) a circa due anni dal suo insediamento, viste le sue e le ripetute dichiarazioni di altri componenti della giunta sulla necessità di alzare il sipario sullo sfascio trovato e sulle responsabilità della vecchia giunta. Interroga il sindaco per sapere se : 1) mette a disposizione del sottoscritto, in qualità di Consigliere Comunale, ogni atto che attesti le responsabilità giuridiche dei passati amministratori, per le quali si sono create condizioni illegali o illecite che hanno provocato danno all'Ente Comune; 2) mette il sottoscritto consigliere comunale in possesso di ogni delibera di giunta e ogni atto dirigenziale, prodotti nei cinque anni precedenti, all'insediamento dell'attuale giunta comunale per i quali ritiene possano intravedersi percorsi discutibili anche sul piano giudiziario;

3) non ritiene di inviare ogni atto secondo discutibile, a giudizio dello stesso Sindaco, alla Presidenza della Procura della Repubblica di Foggia.
 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento