Marino: "Centrodestra ha gettato la spugna: ora innovazione e competitività sociale"

Un primo segnale di ripresa, il consigliere regionale, arriva dal fatto che il prossimo candidato sindaco di San Severo sarà deciso dai cittadini attraverso le primarie del 23 febbraio e a cui parteciperanno quattro candidati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Innovazione e competitività sociale, economica e culturale per una migliore qualità della vita in una città più adeguata, intelligente e smart”. E’ questa è la proposta lanciata, in un incontro con un gruppo d’imprenditori della città di San Severo dal candidato sindaco del centrosinistra, il consigliere regionale del Pd Dino Marino.

“Bisogna creare le condizioni di governo, infrastrutturali e tecnologiche - ha proseguito Marino - per produrre innovazione sociale, agendo sulla crescita, sull’inclusione e sulla qualità della vita, attraverso l’ascolto e il coinvolgimento dei vari attori locali”, spiega. L’obiettivo, infatti, è quello di rilanciare e sfruttare le potenzialità della posizione baricentrica della città di San Severo rispetto agli assi di connessione infrastrutturali, supporto a un processo di sviluppo capace di diffondere innovazione e competitività nel tessuto produttivo e di stimolare la crescita economica e sociale.

“Tutto ciò in una dimensione urbana, qualitativamente migliore per ambiente, sicurezza e servizi e in una dimensione territoriale meno frammentata e più sistemica dell’Alto Tavoliere. Allo stesso tempo la scelta di superare le Province mi impone e mi facilita l’idea di lavorare per la costruzione di un’associazione di comuni che individuano proprio nella città di San Severo il comune capofila”.

E accanto ai progetti, Marino non può esimersi dal commentare la situazione che si è venuta a creare nella sua città, dopo lo scioglimento del consiglio comunale. Savino aveva il diritto di finire il suo mandato e di essere sfidato su un'opzione di governo diversa dalla sua. Il centrodestra ha buttato la spugna: ben 9 consiglieri che hanno contribuito alla vittoria di Savino, oggi sono stati determinanti per mandarlo a casa. Bene ha fatto l’opposizione a mettere a nudo il re, ma gli altri consiglieri comunali hanno cercato con questo voto di trovare il capro espiatorio di un fallimento di governo annunciato da tempo"..

Per Marino, quindi, le forze che si richiamano alla tradizione del centrosinistra devono lavorare per un cambiamento vero e per affermare la buona politica. Un primo segnale arriva dal fatto che il prossimo candidato sindaco sarà deciso dai cittadini attraverso le primarie che si terranno il prossimo 23 febbraio e a cui parteciperanno quattro candidati.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento